Addio a David Sassoli: è morto il presidente del Parlamento Europeo

Il politico ed ex giornalista è deceduto in ospedale ad Aviano dove era ricoverato per gravi problemi legati al sistema immunitario

david sassoli

David Sassoli non ce l’ha fatta: il presidente del Parlamento Europeo è morto nella notte tra lunedì 10 e martedì 11 gennaio in seguito alle complicazioni del suo stato di salute dovute a una serie di problemi legati al sistema immunitario.

Le sue condizioni si erano aggravate nella giornata di lunedì e nel corso della notte seguente Sassoli è spirato all’ospedale di Aviano, in provincia di Pordenone, nel quale era ricoverato.
65 anni, fiorentino di nascita e di radici cattoliche, prima di diventare un politico di alto rango europeo Sassoli era stato a lungo un apprezzato giornalista. Dopo gli esordi al Tempo e all’agenzia Asca era passato al Giorno e quindi alla Rai. Nella tv di Stato aveva dapprima lavorato al TG3, poi era passato a Rai2 e quindi al TG1, testata nella quale aveva ricoperto il ruolo di vicedirettore tra il 2006 e il 2009 prima di dedicarsi alla politica.

Proprio nel 2009 infatti, Sassoli si candidò all’Europarlamento e venne eletto nelle fila del Partito Democratico del quale divenne subito capogruppo per la legislatura. Rieletto nelle successive due tornate, nel 2014 e nel 2019, è stato quindi nominato presidente dello stesso Parlamento Europeo (del quale era già stato vice) il 3 luglio 2019, settimo italiano a ricoprire la carica.

Il suo mandato sarebbe scaduto a breve, ma Sassoli nel corso del mese di dicembre aveva già annunciato che non si sarebbe ricandidato. Poi, dopo Natale, il ricovero ad Aviano per seri problemi al sistema immunitario che si sono aggravati nelle ultime ore, tanto da stroncare il politico toscano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore