Due km nelle acque gelide del naviglio: la sfida del nuotatore per l’ambiente

Enzo Favoino, ricercatore e attivista ambientale, è uno specialista del nuoto in acque gelide. Domenica alle 11 sarà sul naviglio grande, accompagnato da bici e canoe

Cuggiono generiche generico

Due chilometri nelle acque gelide del Naviglio Grande, con una temperatura in acqua di sei gradi centigradi. Domenica 23 gennaio 2022 ci saranno canoe, bici e persone a piedi, lungo le sponde del naviglio, per accompagnare l’impresa di Enzo Favoino: solo mezzi ecologici, perché l’iniziativa – un po’ sportiva, un po’ matta – è fatta per lanciare un messaggio di attenzione all’ambiente e alle acque in particolare.

«Sarà una sfida molto provante, le acque sono gelide davvero» dice Favoino, che nella vita è un ricercatore ambientale. «Partirò dalla cascina Guado, tra Robecchetto e Cuggiono, e arriverà al ponte di Castelletto di Cuggiono. Poco più di 2 km». La vera sfida non è la distanza, ma la resistenza nelle acque così fredde, nuotando con tenuta “classica”: costume, occhialini e cuffia. Senza muta.

«Lo facciamo per attrarre attenzione su due temi rilevanti: la lotta ai cambiamenti climatici, che passa anche dai comportamenti individuali, e l’attenzione alla dispersione delle plastiche in acqua». Favoino è ricercatore alla Scuola Agraria del Parco di Monza e ha partecipato anche a studi specifici proprio sul tema (di cui inizia ad esserci una certa consapevolezza) dell’inquinamento da plastica in acqua.

Cuggiono generiche generico

«Lo studio ha calcolato che sono 10 i milioni di tonnellate che ogni anno finiscono nei mari, nei fiumi e nei laghi. Un problema che deriva soprattutto dalla plastica monouso, compresi gli imballaggi» che fanno parte della nostra vita e che sono spesso imposti da un certo modo di consumare e acquistare (dai supermercati alle monoporzioni take away, ecc). È per questo che Favoino, oltre a fare da “testimonial” in acqua, è anche attivo direttamente in alcuni progetti per il passaggio a contenitori riutilizzabili, anche nella grande distribuzione (il progetto si chiama Spesa Sballata). È anche Coordinatore scientifico di Zero Waste Europe, un network europeo per l’economia circolare.

Tornando al naviglio e alle bracciate, Favoino è uno specialista: tesserato per la squadra di nuoto CILO Master Team, fa parte della Squadra nuoto in acque gelide (IISA Italy), ha esperienze internazionali nel suo curriculum e altre nella sua agenda per le prossime settimane. Ogni anno è protagonista di diverse “econuotate”, fatte per attrarre l’attenzione sul tema ambientale, da Mandello del Lario alla Romagna, fino a quelle invernali. «Quella di domenica è una iniziativa gemella della nuotata dell’anno scorso, quando ho nuotato nel Naviglio Grande a Milano, tra la sede della Canottieri San Cristoforo e il ponte Alex Langer all’imbocco della darsena».

Una “missione”, quella per l’ambiente”, che deve certo basarsi su grande determinazione, per spingere Favoino a mettersi alla prova con il nuoto in acque gelide, «che si pratica da dicembre a marzo, con acque di solito a temperature inferiori ai 5 gradi». 

In questi giorni la temperatura del Naviglio Grande è di poco più alta (circa 6 gradi) ma l’impresa resta comunque da brividi. Ma perché proprio il tratto vicino a Cuggiono? La spiegazione è a suo modo semplice:  «È un’idea degli amici dell’Ecoistituto della Valle del Ticino». Realtà conosciutissima a Cuggiono ma un po’ su tutto l’asse del naviglio, per le tantissime iniziative ambientali, storiche, comunitarie.

Dicevamo anche di altri appuntamenti in agenda. Ad agosto Favoino sarà protagonista di un’altra impresa di nuoto in acque gelide: una staffetta da 120 km sul Lago Bajkal. Lago enorme e perennemente freddo: ad agosto infatti la temperatura oscilla tra 5 e 10 gradi.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 21 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore