Varese News

Stefano Romano è il nuovo coordinatore di Fratelli d’Italia a Gallarate

Per il nuovo coordinatore di FdI hanno priorità il welfare, la sicurezza dei cittadini e il territorio

stefano romano Fratelli d'Italia gallarate

Fratelli d’Italia Gallarate ha un nuovo coordinatore: Stefano Romano.

«Con la nomina ufficiale, giunta dal Giorgia Meloni, alla guida del Circolo di Gallarate è necessario procedere alla creazione di una struttura del partito che sia agile, in contatto stretto con il territorio e in grado di dare vita ad azioni rapide ed efficaci ai problemi dei cittadini», ha commentato Romano.

Il nuovo direttivo

La nuova organizzazione che affiancherà Romano nella guida del partito si baserà su un direttivo e quattro dipartimenti con il compito di coniugare le tematiche di politica locale con gli indirizzi di politica nazionale.

All’interno del direttivo ci saranno Luca Sorrentino, Elisabetta Rubino, Roberto Sciacca e Roberto Gjini, quest’ultimo referente dei giovani.

Le tematiche legate al mondo del lavoro, della cultura e dell’;istruzione e dei giovani saranno curate dal dipartimento Lavoro, Cultura e Politiche giovanili guidato da Roberto Bianchi, già assessore comunale con la Giunta Greco. A seguire il dipartimento Territorio, assegnato a Rossana Lombardo, che gode già di un’importante conoscenza del territorio maturata nelle consulte cittadine, mente il dipartimento Commercio/Attività Produttive e Urbanistica, guidato da Alessandro Frisoli, che seguirà due tematiche strettamente connesse con il tessuto urbano e produttivo di
Gallarate.
Infine, il dipartimento Welfare e Sanità affidato a Giorgio Bardellini, medico anestesista che con grande generosità ha dato un importante contributo durante la fase più acuta della pandemia di Covid-19.
Largo anche ai giovani che avranno modo di maturare e sviluppare le proprie idee e progetti all’interno di uno spazio dedicato in cui trattare argomenti legati al mondo della gioventù e del rapporto tra giovani e politica per sviluppare una coscienza metapolitica e formare la classe politica
del domani.

«Il primo direttivo avrà come focus l’ospedale unico e Malpensa, temi strettamente connessi con la salute dei cittadini e con il mondo del lavoro in quanto rappresentano le due grandi realtà occupazionali dell’hinterland gallaratese. Per Malpensa è necessario procedere a un rilancio dell’aeroporto con progetti strutturali che riportino lo scalo della brughiera alla produttività pre-pandemia, già allora in forte difficolta a causa
del ridimensionamento delle aspirazioni di Malpensa a diventare primo scalo lombardo; è necessaria una visione d’insieme che coinvolga il governo, le amministrazioni locali e gli enti territoriali per far ripartire non solo lo scalo ma anche e soprattutto l’indotto collegato che ha forte impatto sui comuni limitrofi, Gallarate compresa», ha concluso Romano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore