Ultima allo Speroni per la Pro Patria, arriva il Mantova. Sala: “Pensiamo solo al campo”

Sabato 16 aprile, ore 14:30, l’ultima gara casalinga dei tigrotti, che fanno quadrato per conquistare la salvezza lasciando fuori dal campo le voci sulla cessione della Pro Patria. Il racconto della partita con #direttavn

Seregno - Pro Patria: 0-2

Ultimi novanta minuti allo Speroni di Busto Arsizio per la Pro Patria, che domani, sabato 16 aprile – ore 14:30 – ospitando il Mantova si appresta a chiudere quella che si spera non sarà l’ultima stagione dei tigrotti.

Lo scriviamo non per allarmismo o sensazionalismo, ma, considerando che il termine ultimo per iscrivere al club al prossimo campionato è il 30 giugno, nella presentazione della partita di domani non può passare nell’indifferenza la grossa incognita che pende su tutta la società. In questa particolare annata, segnata dal cambio di proprietà a novembre, abbiamo sempre cercato di tenere separati il rettangolo di gioco e la travagliata e sfortunata “era Sgai”, durata appena cinque mesi e già all’ultimo atto con l’annuncio di ieri da parte del presidente Citarella riguardo la vendita del club a causa dei maxi sequestri nei confronti del consorzio napoletano. Lo stesso atteggiamento di concentrazione dello spogliatoio che nella settimana “crocevia” della stagione – con la salvezza ancora da conquistare– si è ritrovata una spiacevole “ciliegina sulla torta”.

La Pro Patria è in vendita, Citarella: “Ho il mandato per cercare acquirenti”

«La vendita del club ha avuto ripercussioni sullo spogliatoio? – risponde alla vigilia il mister Massimo Sala -. Siamo concentrati solo sulla partita di domani, il resto non ci deve interessare. Domani sarà una battaglia, mi aspetto che la squadra risponda con l’ordine e l’equilibrio che ci ha permesso di fare punti nelle precedenti partite».

Per centrare l’obiettivo, che lascerebbe la squadra tra i professionisti, servono due punti in due partite in virtù delle quattro lunghezze di vantaggio sul Trento, squadra ancora infischiata nella zona playout. Ma la partita di domani, l’ultima a Busto della regular season, sarà tutt’altro che scontata perché i virgiliani del Mantova sono alla disperata ricerca della salvezza dopo quasi due mesi in caduta libera, andamento che ha portato all’esonero di Galderesi e al ritorno di Lauro, la cui panchina era saltata proprio dopo il pareggio di dicembre contro i tigrotti bianco-blu.

«È una partita insidiosa quella di domani – sottolinea il mister – Non solo per il cambio di allenatore ma perché il Mantova è una squadra di qualità. Non vengono da un bel periodo ma sappiamo i valori della squadra, come sappiamo che non sarà facile ma noi dobbiamo essere pronti. Il livello di attenzione di domani deve essere ancora più forte di quello mostrato nelle altre partite».

Difficile prevedere la formazione degli ospiti, che con Laura hanno impiegato diversi moduli (4141, 4231, 433), senza mai trovare risultati convincenti, anche se le uniche due vittorie ottenute da Lauro lo scorso inverno (Piacenza e Pro Sesto) sono entrambe marcate dal 433, ruolo che grazie alle due mezzali garantisce maggiore equilibrio in mediana.

«Per forza di cose rispetto a quello che ci può aspettare dal lavoro fatto in settimana la partita sarà diversa – spiega Sala, che più volte ha ribadito il lavoro di studio a video -. Non sta a me dire se il cambio di allenatore è un vantaggio o uno svantaggio, ma di una cosa sono sicuro: dobbiamo essere pronti per una partita che ci può dare tanto, di questo dobbiamo esserne consapevoli. Quello che proviamo a fare è mettere in condizione i giocatori e di arrivare al meglio alla partita. Non è cambiamento il nostro ragionamento di guardare di partita in partita. Ovviamente ogni partita ha un valore a sé e quella di domani è importante. Abbiamo lavorato tutta la settimana per arrivare pronti».

INFERMERIA: MOLINARI E SPORTELLI SI AGGIUNGONO AGLI INDISPINOBILI

La sconfitta contro la Feralpi ha lasciato delle cicatrici. Molinari e Sportelli, due pilastri difensivi, non saranno della partita. Da valutare bene dunque se ci sarà l’esordio da titolare di Lombardoni oppure se Sala premierà la condizione e la costanza garantita da Vaghi, di professione terzino destro ma adattato con efficacia anche nella difesa a tre.

A centrocampo si va verso la conferma del terzetto formato da Bertoni in cabina di regia affiancato da Nicco e Galli, con il veterano Fietta e il giovane Ferri pronti ad entrare. In attacco invece da sciogliere il solito rebus. A Salò sono partiti titolari Parker e Piu, ma nelle ultime uscite Stanzani e Castelli hanno confermato di saper ritagliarsi uno spazio importante con assist preziosi.

DIRETTAVN – La diretta dell’incontro è già iniziata su VareseNews (LEGGI QUI). Come sempre potrete partecipare al nostro liveblog commentando in tempo reale la sfida o interagendo con l’hashtag #DirettaVn sui social.

CLASSIFICA – Sudtirol 86; (playoff): Padova 84, FeralpiSalò 65, Renate 61, Lecco 54, Triestina 54, JuiventusU23 50, Piacenza 49, Fiorenzuola 43; – AlbinoLeffe, VirtusVerona 42, PRO PATRIA 42, Pergolettese 40, MANTOVA 39; (playout): Trento 39, Seregno 32, Pro Sesto 32, Legnago 30; Giana 30.

ARIBTRI – Sarà Davide Di Marco della Sezione di Ciampino ad arbitrare Pro Patria – Mantova, in programma per Sabato 16 Aprile presso lo Stadio “Speroni” di Busto Arsizio, alle ore 14.30. A completare la terna, gli assistenti Santino Spina della Sezione di Palermo e Antonio Caputo della Sezione di Benevento. Quarto Ufficiale Davide Albano della Sezione di Venezia.

di marco.cippio.tresca@gmail.com
Pubblicato il 15 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore