Varese News

Morì in una rissa fuori dalla discoteca a Vergiate, assolto l’uomo che spinse Manuel Cantisani

I fatti risalgono al maggio 2018. Condannato ad un anno l'uomo che investì il giovane con la sua auto mentre è stato assolto colui che avrebbe dato la spinta che l'ha fatto cadere

Cardano al Campo

La Corte d’Assise del Tribunale di Busto Arsizio ha assolto questa mattina Luigi Cetraro, accusato di omicidio preterintenzionale dalla Procura di Busto Arsizio nei confronti del 28enne di Cardano al Campo Manuel Cantisani (foto), deceduto il 20 maggio del 2018 nel parcheggio della discoteca Picasso di Vergiate nel corso di una rissa. Per i giudici togati e popolari, dunque, il fatto non sussiste.

A Cetraro, difeso dall’avvocato Corrado Viazzo, la pm Martina Melita contestava una spinta data a Cantisani, considerandola determinante per l’investimento avvenuto subito dopo da parte dell’auto di Marco Moncer (condannato in abbreviato a 12 mesi per omicidio stradale). Per lui aveva chiesto una pena di 6 anni e 8 mesi.

Soddisfazione per il legale che si è voluto complimentare con il pubblico ministero: «È stata una discussione davvero di alto livello». La pm deciderà se appellarsi dopo aver letto le motivazioni della sentenza che non arriveranno prima di 40 giorni.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 13 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore