Rosario Rasizza a Viareggio sul palco col ministro Orlando

“Gli Incontri del Principe” organizzati dal Grand Hotel Principe di Piemonte a Viareggio con l’inviato de Il Giornale Stefano Zurlo

Estrema chiarezza da parte di tutte le forze politiche perché si arrivi a una svolta positiva nella crisi e il Governo Draghi possa proseguire il suo percorso anche perché i temi sul tappeto sono tanti e delicati anche sul fronte del lavoro e del sociale. Staccare la spina al Governo significa anche non dare risposte agli italiani sul salario.

Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando è netto nella richiesta di risposte certe per il Governo di cui fa parte. Lo fa partecipando a “Gli Incontri del Principe” organizzati dal Grand Hotel Principe di Piemonte a Viareggio e
sottoponendosi alle domande dell’inviato de Il Giornale Stefano Zurlo. All’incontro ha partecipato anche il Presidente Assosomm Rosario Rasizza.

«Il Pd – dice Orlando – ha assunto sempre una posizione chiara, auspichiamo che in queste ore tutti facciano altrettanto e ci siano le condizioni per proseguire l’attività dell’esecutivo. Ogni forza politica che fa parte del Governo deve andare nella stessa direzione. In queste ore sono emerse precise istanze in questo senso dal Paese e sono da me condivise. Una delle ragioni per cui è necessario andare avanti con un’azione sempre più determinata – dice Orlando – è che si è aperto un tavolo che affronta i temi dell’agenda sociale. Interrompere questo percorso significherebbe sprecare un’occasione per dare risposta a temi cruciali come quello dell’andamento salariale degli italiani».

Nel dibattito sul palco è intervenuto anche Rosario Rasizza: «Come Presidente di Assosomm desidero ringraziare il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, per questa preziosa occasione di dibattito. Le Agenzie per il
Lavoro, in quanto soggetti autorizzati a operare per lo sviluppo del mercato del lavoro dallo stesso Ministero, sono pronte a collaborare per una riforma che crei occupazione in modo legale e inclusivo. Aggiungo infine che auspico che il dialogo possa diventare una costante, al fine di mettere a fattor comune la nostra ventennale esperienza al fianco di imprese e lavoratori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore