Un concorso regionale per le migliori ricerche sulla storia degli Alpini

Pubblicato il bando per l'iniziativa aperta a universitari e ricercatori al di sotto dei 30 anni. A settembre il bando esteso anche alle scuole

associazione nazionale alpini sfilata adunata

In occasione dei 150 anni dalla fondazione del corpo degli Alpini, Regione Lombardia ha varato un concorso destinato a studenti universitari e giovani ricercatori che abbiano prodotto tesi, studi, ricerche e saggi sulla storia delle Penne Nere e della loro associazione nazionale (l’ANA).

In palio, per i vincitori, premi in denaro: 2.500 euro per il primo classificato, 1.500 per il secondo e 1.000 per il terzo. Al concorso possono partecipare giovani (al di sotto dei 30 anni) universitari, neolaureati e ricercatori o residenti in Lombardia o che frequentano sedi universitarie sul territorio regionale.

Le domande di partecipazione, insieme all’elaborato e alla scheda sintetica di progetto, devono essere inviate entro le ore 12 di mercoledì 24 febbraio 2023 attraverso una PEC all’indirizzo protocollo.generale@pec.consiglio.regione.lombardia.it. Inoltre è possibile la consegna a mano o con raccomandata al Protocollo Generale del Consiglio regionale della Lombardia: via Pirelli, 12 – 20124 Milano. In questo caso è necessaria la dicitura “Premio Alpini” sull’esterno del plico. In questo caso il termine  per la consegna è fissato per le 12 del 10 marzo prossimo.

La Commissione chiamata a valutare gli elaborati sarà presieduta dal presidente del consiglio regionale o da un componente dell’ufficio di presidenza e composta da due consiglieri regionali, due rappresentanti dell’ANA e da un esperto di metodologia della ricerca. La proclamazione dei vincitori e la cerimonia di premiazione si svolgeranno a Palazzo Pirelli il 2 aprile, o nei giorni immediatamente precedenti o successivi, in occasione della “Giornata regionale per la riconoscenza alla solidarietà e al sacrificio degli Alpini”. A settembre inoltre, il bando sarà esteso con una versione specifica anche agli studenti delle scuole secondarie di primo grado e di secondo grado.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore