Nella Grand Place di Bruxelles lo spettacolo del Tapis de Fleurs

Dopo lo stop per covid è tornato il grande evento che ha celebrato i propri 50 anni. Usate begonie e dalie per una composizione che misura 77 metri per 24

La meraviglia del Tapies De Fleurs a Bruxelles

I giorni di metà agosto sono stati quelli di un grande ritorno a Bruxelles: nella Grand Place – la piazza principale – della capitale del Belgio è stato infatti allestito il gigantesco tappeto di fiori, il Tapis de Fleurs, che prosegue una tradizione iniziata nel 1971. Visto che l’evento ha cadenza biennale, quella in previsione nel 2021 avrebbe dovuto festeggiare il cinquantennale: il covid però ha impedito l’allestimento di dodici mesi fa e quindi il compleanno speciale si è celebrato nei giorni scorsi, tra il 12 e il 15 agosto.

Il tappeto ha dimensioni e numeri incredibili: lungo 77 metri e largo 24 è realizzato utilizzando in questo caso circa 464 metri quadrati di begonie, l’equivalente di circa 140mila fiori. A queste vanno aggiunte 225mila dalie (oltre 560 metri quadrati) oltre a cortecce nere, blu e verde brillante per tinteggiare le quali sono stati usati coloranti naturali ed ecologici. L’opera è stata poi completata da 88 metri quadrati di rotoli d’erba (per il riquadro) oltre a crisantemi ed evonimi. I dati sono forniti da Visit Brussels.

La begonia era il fiore preferito da Étienne Stautemas, l’artista che realizzò il tappeto del 1971 (intitolato Arabesques) caratterizzato da motivi geometrici ispirati allo stile ornamentale tipico delle moschee. Quell’opera ha ispirato quella del 50° anniversario. Stautemas ha usato le begonie fino al suo ultimo tappeto, realizzato nel 1998.

Per preparare i quattro giorni del Tapis de Fleurs sono necessari due anni: i coltivatori si prendono cura per diversi mesi delle begonie e delle dalie da utilizzare per l’arazzo. Quando arriva il momento, trasportano i fiori ai margini della Grand Place il ​​più rapidamente possibile. Poi centinaia di volontari riempiono lo schema preparato su un telo, una operazione per cui servono diversi giorni ma che porta a un risultato meraviglioso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore