Varese News

Pietro Scidurlo: “A Somma quando si porta valore aggiunto, questo viene sprecato”

L'attivista per i diritti delle persone con disabilità interviene in una polemica politica nata dai cordoli di via Villoresi nella sua città natale

Pietro Scidurlo in partenza per la via Francigena

Riceviamo e integralmente pubblichiamo l’intervento di Pietro Scidurlo, nell’ambito della polemica nata a Somma Lombardo sui cordoli posizionati in via Villoresi

 

 

Nel Consiglio Comunale del 25/07/22 si è consumata a mio discapito una scena vergognosa per la quale ci tengo, sia come persona che come professionista, a chiarire la mia posizione, da alcuni strumentalizzata per i propri fini.

Ciò che mi sta a cuore sono i diritti di tutte le persone, partendo dalla Convenzione Onu la quale indica la strada che si dovrebbe percorrere per garantire i diritti di uguaglianza e di inclusione sociale di tutti i cittadini con disabilità per poi interessarmi a tutti gli altri.

È uscito in data 24/07 un articolo dove nella prima versione da me scoperta a postumi e oggi corretta, mi si vedeva aderire ad una petizione che non ho mai né visto, né firmato, e veniva citato un mio virgolettato (NON RILASCIATO DA ME E NON COMPLETAMENTE) estratto da un ampio discorso.

Nello specifico:

  • quando esce una notizia credo sia buona norma che le persone coinvolte vengano avvisate e che le informazioni riportate siano verificate
  • scopro di questo articolo solo in sede di C.C. e noto ostilità da parte di molti. Ma il beneficio del dubbio nei confronti di una persona impegnata ed esposta come me è normale che venga calpestato da questo modo di fare politica?
  • prima dell’estate sono andato in negozio da R. Veronese che mi ha parlato della questione “cordoli”. Come detto anche a lei, essendo passato tempo, ricordavo avessimo parlato solo del parcheggio per persone con disabilità nei pressi del civico 31 e la mia opinione è:

I cordoli servono a dissuadere dall’aprire senza attenzione le portiere lato passeggero a discapito dei passanti e come tale sono utili. Il tema è un altro: che tipo di cordolo sarebbe stato opportuno posizionare in tutta la città? In questo la Commissione Città Accessibile avrebbe dovuto avere un ruolo determinante. Sono loro che avrebbero dovuto curare gli interessi di tutti i cittadini con bisogni specifici che si trovano nella condizione di dover parcheggiare a ridosso di una ciclopedonale in sicurezza per tutti. Hanno pienamente ragione i cittadini a dire che così com’è il cordolo non risponde alle loro esigenze. Ma, ripeto, sarebbe dovuto esser affrontato a monte. Ora, così come ho suggerito, si può solo intervenire sulle singole richieste. A meno che non venga fatta una riprogrammazione in un’ottica veramente inclusiva.”

  • se sulla ciclopedonale transitano motorini, aumentiamo i controlli delle autorità per far dissuadere da questo comportamento
  • Se ci sono più persone in possesso di CUDE su una via, è possibile richiedere un posto auto dedicato al loro numero di contrassegno nelle dirette vicinanze dell’abitazione
  • il Consigliere Barcaro mi ha indicato come una persona non competente in materia (min. 22.35 della registrazione del C.C.), con le parole “Pietro Scidurlo non è un tecnico, non sa fino in fondo sicuramente quelle che possono essere le normative, vogliamo tutti bene a Pietro…ma utilizzarla con le dichiarazioni che sono state fatte, non è corretto” e ancora “…perché voglio sapere se Pietro Scidurlo è al corrente di questa normativa regionale, ci sono tutti i disegnini come devono essere realizzate”. 

Cosa certificata anche da VareseNews nell’articolo. Barcaro si è poi scusato ma grazie alle registrazioni le sue parole sono incontestabili. Ad ogni modo Barcaro “sì sono a conoscenza di quella normativa e l’ho anche segnalato in sede di sopralluogo che quel parcheggio non è regolamentare per tanti motivi. Avrei apprezzato fosse venuto direttamente da me e non soggiogarmi in sede di C.C. per i suoi utili motivi”

Concludo dicendo che Somma Lombardo è una di quelle città dove quando apporti un valore aggiunto, di fatto vieni reso cibo per topi; e mi spiace perché potreste “approfittare” – questa volta in senso buono – della mia esperienza per rendere questo paese un’opportunità veramente per tutti; e i cittadini questo lo sanno.

Grazie a tutti!

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 30 Agosto 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore