Varese News

Sesso in strada di prima mattina davanti alla biblioteca dei bambini

Protagonisti due ragazzi giovanissimi (mentre un terzo dormiva a fianco), mentre già la città si muoveva intorno. Lo stupore dei vicini e degli esercenti: "Un edificio pubblico maltrattati". Scatta la denuncia: ecco perché

Biblioteca Gallarate

E sì che tra via Ivrea e Piazza San Lorenzo di cose strane e sopra le righe ne hanno viste tante. «Ma mai così come oggi», dicono residenti ed esercenti della zona che questa mattina, poco dopo le sette, hanno assistito a un appassionato amplesso sotto al portichetto sopraelevato della storica biblioteca di Gallarate, oggi dedicata all’utenza dei bambini.
Protagonisti, due ragazzi giovanissimi che, liberatisi dei vestiti, si erano abbandonati ad un rapporto alla luce del sole (già alto), forse dopo aver passato la notte sotto il portico. «A fianco a loro dormiva un terzo ragazzo», racconta un abitante della zona, che affacciandosi con la moglie sul balcone ha assistito alla scena.

Chiamata da più di una persona, è arrivata subito la Polizia di Stato, con due pattuglie che hanno immediatamente invitato i due amanti a rinunciare al prosieguo dell’azione amorosa e a rimettersi i vestiti. «Quando lei si è alzata era decisamente barcollante».

«Sotto il portico era pieno di bottiglie di birra» conferma anche l’edicolante della piazza, anche lui stupito della scena apparsa al rientro dalle prime consegne mattutine dei giornali. «Di cose ne abbiamo viste, tra il portico e via Ivrea che un tempo era piena di gente. Ma una cosa così, in effetti, mai. Un altro livello. Magari anche meno pericoloso di quando [altri frequentatori della zona, ndr] si lanciano bottiglie di birra vuote o si minacciano dopo averle rotte».

Un certo disappunto è legato anche al luogo specifico: «Incredibile che un edificio storico degli anni Trenta, che dovrebbe essere ben protetto, sia maltrattato così» ragiona un residente. «Oltretutto ora è anche la biblioteca dedicata ai bambini».

Un luogo un po’ maltrattato

Il portichetto dello storico edificio anni Trenta progettata dall’architetto Paolo Mezzanotte in effetti ne ha viste un po’ di ogni. Prima stava a pochi passi dal “celebre” ritrovo alcolico serale di via Ivrea (anche lì si vedevano ogni tanto incontri amorosi, ricorda un esercente), poi appunto come ritrovo più meno estemporaneo di giovanissimi o di stranieri, diurno e serale. Non che l’uso “spontaneo” di una scalinata affacciata su una piazza sia un comportamento da condannare, sia chiaro. Il problema si presenta quando alcol e aggressività reciproca si trasformano in disturbo e minacce. Come era accaduto anche sotto i portici della piazza della stazione , in quel caso protagonisti due stranieri quarantenni, noti per dipendenza da alcol.

Biblioteca Gallarate

Sesso in luogo frequentato dai bambini, denunciati

E alla fine, che fine hanno fatto i protagonisti dell’appassionato amplesso? Visibilmente ubriachi, sono stati portati via e identificati in commissariato, sono ragazzi “normali” della zona. Sono stati denunciati per atti osceni in luogo pubblico: il reato era stato depenalizzato, ma non nel caso in cui si consumi in luoghi sensibili e frequentati da minori, come in questo caso (essendo la biblioteca specificamente destinata a bambini e ragazzi). Sanzione amministrativa anche per il terzo comodo, per ubriachezza molesta.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 01 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore