Nella chiesa di Sacconago a Busto Arsizio il primo dei tre concerti di musica sacra

L'appuntamento è per il 30 ottobre con inizio alle ore 16. Protagonista il duo organo e clarinetto dei musicisti Paolo Bougeat e Davide Papalia

chiesa sacconago

Giunta alla 43a edizione, riparte la rassegna di Musica Sacra organizzata dall’Amministrazione comunale di Busto Arsizio in collaborazione con l’Ente Concerti Castello di Belvegliola.
Saranno tre i concerti che si svolgeranno in tre diverse chiese, come sempre la domenica pomeriggio alle ore 16.00.

«I concerti di musica sacra rappresentano un appuntamento particolarmente sentito e partecipato, sia per levatura del programma e delle esecuzioni, affidate a musicisti affermati, sia per il contesto in cui si svolgono – commenta la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli – Quest’anno tra le chiese che tradizionalmente ospitano i concerti c’è una new entry, la chiesa vecchia di Sacconago, una cornice sacra di indubbio valore artistico e storico, che ci permette di portare, ancora una volta, la cultura nei quartieri della città».

Il 30 ottobre nella Chiesa Vecchia di Sacconago aprirà la rassegna il duo organo e clarinetto dei musicisti Paolo Bougeat e Davide Papalia che presenteranno un repertorio che comprende brandi di alcuni dei più importanti compositori di epoca barocca.

Il 6 novembre nella Basilica di S. Giovanni Battista l’organista Sergio Paolini eseguirà un programma che unisce vari compositori da Johann Sebastian Bach fino a Louis Vierne.

Il 13 novembre nella chiesa del Sacro Cuore (Frati Minori) concluderà la rassegna l’organista Alessandro Bianchi che proporrà un programma che spazia dalla musica barocca fino al ‘900.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero e gratuito.

Il primo concerto vedrà all’organo Paolo Bougeat. La sua formazione musicale si compie al Conservatorio «Giuseppe Verdi» di Torino, la sua attività concertistica lo ha condotto a suonare oltre 600 concerti in Italia, in numerosi paesi europei e negli Stati Uniti E’ attivissimo come compositore (ha ottenuto premi e riconoscimenti in concorsi internazionali), con particolare riguardo alla produzione organistica. Le sue opere sono pubblicate da Edizioni Carrara di Bergamo.

Al clarinetto troveremo invece Davide Papalia. Inizia i suoi studi musicali in tenera età come allievo dei Corsi Comunali di musica della città di Aosta. Dopo la maturità scolastica prosegue gli studi presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Torino dove consegue il Diploma Accademico di secondo livello in discipline musicali, e nel 2019 ottiene il Master of Art of Pedagogy presso il Conservatorio della Svizzera Italiana.

Collabora con diverse orchestre e fa parte di diverse formazioni musicali, è docente di Clarinetto presso la Scuola Civica di musica “Renato Arnod” di Aosta dal 2013.

Il programma della serata sarà il seguente:
Charles Piroye (1670 – 1730) – Concerto in re min.La Royal
Georg F. Haendel (1685 – 1759) – Aria “Lascia ch’io pianga” (clarinetto e organo)
Johann Pachelbel (1653 – 1706) – Preludio e fuga in Do
Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) – Adagio dalla Cantata BWV 156 (clarinetto e organo)
Johann Christoph Kellner (1736 – 1803) – Praeludium
Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) – Liebster Jesu, wir sind hier BWV 731 – Fuge in sol magg. BWV 576
Wolfgang A. Mozart (1756 – 1791) – Adagio dal Concerto per clarinetto e orchestra K 622
Niccolò Moretti (1764 – 1821) – Sonata VI uso offertorio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore