Una pallamano Cassano senza infamia e senza lode: pareggio con Siracusa (25-25)

Una partita tiratissima che non ha premiato i lombardi. Mazza e Savini trascinatori del match lombardo, il primo con 11 gol.

pallamano cassano magnago vs albatro - 1 ottobre 2022

Match sul filo del rasoio quello di oggi pomeriggio, sabato 1 ottobre, a Siracusa per la pallamano Cassano Magnago in trasferta contro Albatro: purtroppo i lombardi non sono riusciti a imporsi sui padroni di casa e hanno ottenuto soltanto un pareggio (25-25), che li porta a 6 punti in classifica.

Gli amaranto, nonostante la splendida forma dei portieri Luca Monciardini (13 parate in tutto il match) e Nicolò Riva (ha parato due rigori, il primo di Jan Gorela al 24′ del primo tempo, il secondo su Leonardo Vinci all’inizio del primo tempo), non hanno orchestrato un gioco infallibile sul campo siculo: si sono infatti dovuti scontrare contro una difesa arcigna e un estremo difensore abile come Lorenzo Martelli, in grado di spegnere una ad una le speranze degli ospiti.

A trascinare la squadra di coach Matteo Bellotti sono stati Giacomo Savini e Federico Mazza, che con 11 reti (di cui 3 rigori) è risultato il miglior goleador del match: purtroppo nonostante le buone prove di individualità, il Cassano non è riuscito a “passare il test” Albatro perché la coralità della squadra è venuta meno, bloccata nella maggior parte dei casi dalla difesa siciliana. Le ali, ad esempio, hanno avuto poco margine d’azione.

Ma a rendere tutto il più difficile è stata la bravura di Martelli, che ha annullato tantissime occasioni dei lombardi di primeggiare: purtroppo non in molti momenti decisivi gli attaccanti cassanesi – da Savini a Branca in contropiede, ma anche lo stesso rigore di Mazza non abbastanza potente a Saitta – con abbastanza aggressività o precisione. E questo è costato loro il pareggio.

IL PRIMO TEMPO

Dopo diversi momenti di parità delle due squadre (3-3 dopo i primi cinque minuti, merito del gol a porta vuota di Giacomo Savini), dopo il primo quarto d’ora i siracusani hanno preso il controllo del match doppiano gli ospiti raggiungendo il punteggio di 8-4 al 16′: dal rigore di Jan Gorela all’8.27 sono seguiti quelli del terzino Juan Ignacio Zungri e quello di Gianluca Vinci dall’ala.

Doppiati, i lombardi hanno rialzato la testa e cercato di risalire guidati da un’azione incredibile di Federico Mazza che, nonostante fosse bloccato da ben tre difensori blu-arancio, è riuscito a segnare sotto la traversa, beffando il portiere Lorenzo Martelli (8-5 al 17′). Dopo di lui spazio all’ala Gabriele Saitta, al rigore di Mazza e a Giacomo Savini, che ha riportato la situazione in parità (8-8).

Negli ultimi dieci minuti le due squadre si sono incattivite, alzando i ritmi e aumentando l’aggressività: i blu-arancio si sono imposti al 23′ sul +3 (11-8), ma è stato un vantaggio flebile perché i lombardi hanno ottenuto immediatamente il pareggio 11-11 al 26′, nuovamente grazie a Savini. Ultimo break rocambolesco, con le due squadre in parità (12-12) nell’ultimo minuto: Cassano si è portato sul +1 con Mazza ma a causa di un errore ha regalato non una, ma ben due azioni ai siciliani che con Gorela e l’ala Leonardo Bianchi hanno agguantato il vantaggio.

La prima mezz’ora di gioco è finita 14-13 per Albatro.

pallamano cassano magnago vs albatro - 1 ottobre 2022

IL SECONDO TEMPO

Dall’inizio del secondo tempo il Cassano ha provato a cambiare le carte in tavola), ma a ogni gol lombardo seguiva un gol siculo, svenendo così la possibilità di una rimonta: dopo il 17-18 al 37′ firmato da Simone La Bruna è scattata subito la risposta id albatro con Julian Souto Queto (18-18) al 43′ e così fino al logorio e allo sfinimento fisico-mentale da parte di entrambe le squadre, perché nessuna delle due era disposta a cedere di un millimetro e a mollare.

Al 48′ Mazza ha riagguantato il pareggio 21-21 segnando sull’angolo opposto rispetto a Martelli: un’azione che ha dato speranza ai compagni, al punto che Filippo Branca nel contropiede al 48.50′ ha segnato il 22-22. Da qui Souto Queto ha riportato Albatro sul +1 (23-22), facilitato anche dall’assenza di Mazza, fuori per due minuti per un fallo su Bobic al 40′.

Ci ha pensato Usman Kabeer a recuperare il gap e a portare la squadra a 23-23. Ma il pareggio è durato un soffio, perché con il rigore di sotto Queto Albatro ha ripreso il controllo del match a meno di 7 minuti dalla fine (24-23). Questo il ritmo accelerassimo e impulsivo che ha caratterizzato l’ultimo break della partita, dove entrambe le squadre hanno abbandonato gli schemi d’azione e puntato sulle individualità e sull’impulsività del momento, che però non hanno premiato nessuna delle due con la vittoria.

A 4 minuti dalla fine il rigore di Mazza ha riportato il Cassano a 24-24, ma Souto Queto con il rigore successivo di trenta secondi ha segnato il 25-24. Gli ha riposto Mazza, con l’ennesimo rigore del match, segnando il 25-25 a quasi due minuti dalla fine.

La partita si è conslusa 25-25.

pallamano cassano magnago vs albatro - 1 ottobre 2022

 

TABELLINO TEAMNETWORK ALBATRO-CASSANO MAGNAGO 25-25 (14-13)

TEAMENTWORK ALBATRO: Lorenzo Martelli, Leonardo Bianchi (2), Juan Ignacio Zungri (3), Andrea Calco (1), Gianluca Vinci (1), Julian Souto Cueto (6), Marko Bobicic (2) e Jan Gorela (6)

CASSANO MAGNAGO: Luca Monciardini, Nicolò Riva, Federico Mazza (11), Giacomo Savini (5), Mattia Dorio, Simone La Bruna (3), Usman Kabeer (3), Gabriele Saitta (2) e Filippo Branca (1)

1 tempo: 14-13

2 tempo: 25-25

Arbitri: Fato G. e Guarini L.

Ammonizioni: Juan Ignacio Zungri (9.13′) e Giovanni Attanasio (55.21′) per Albatro – Filippo Branca (9.49′) e Matteo Bellotti (40.44′) per il Cassano

LA QUINTA DI CAMPIONATO

Brixen ha vinto contro Campus Italia (29-34), Carpi è stata quasi doppiata da Bolzano (21-40), mente Rubiera ha sconfitto Fondi (29-21). Fasano ha vinto sull’unghia contro Pressano (27-28), Conversano ha vinto nel big match contro Raimond Sassari (34-31) mentre Alperia Merano ha travolto Romagna (20-32).

La classifica aggiornata alla quinta giornata di campionato: Brixen (8), Bolzano (8), Junior Fasano (8), Conversano (8), Alperia Merano (7), Raimond Sassari (6), Pressano (6), CASSANO MAGNAGO (6), Teamnetwork Albatro (5), Secchia Rubiera (2), Fondi (1), Campus Italia (1), Carpi 0, Romagna 0

(Articolo in aggiornamento)

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 01 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore