Varese News

“L’unità europea è la pace, la Russia deve abbandonare la violenza come strumento”

L'intervento della sezione gallaratese del Movimento Federalista Europeo, anche in vista delle manifestazioni sull'Ucraina del fine settimana

Italia Mondo generiche

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Movimento Federalista Europeo, in vista della duplice manifestazione sulla guerra in Ucraina previste nel fine settimana

 

La Russia parla di negoziati e di pace, ma alimenta l’aggressione, minaccia l’olocausto nucleare, rimettendo in moto ovunque le antiche politiche di potenza.

Se oggi è possibile parlare di negoziati è perché l’Ucraina ha opposto una fiera Resistenza alla guerra di Putin. Era dunque giusto sostenere, con tutti i mezzi, la lotta del popolo ucraino.
Una lotta per la salvezza dell’Ucraina e dell’Europa.

L’Unione Europea è l’area della ”pace realizzata”, grazie a settant’anni di un processo di unificazione che, con le comuni Istituzioni sovrannazionali, ha portato i rapporti tra gli Stati membri sul terreno del diritto anziché della forza.

Analogamente, da parte della Russia, è oggi necessario il riconoscimento che i rapporti fra gli Stati devono essere portati sullo stesso terreno, abbandonando il criterio della violenza come strumento per regolare i rapporti tra gli Stati.

Ciò è possibile solo se la Russia, superando il sistema putiniano, riprende la politica di Gorbaciov (“casa comune europea”) per costruire, con l’Unione Europea, un’area di sicurezza, di pace e di cooperazione.

Questo deve essere il criterio ispiratore di un negoziato UE-Russia capace di cambiare positivamente il corso dei loro rapporti.
Solo l’unità del popolo federale europeo può portare sicurezza, pace e fermare gli imperialismi, in Europa e nel Mondo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore