Leonardo campione di sostenibilità: abbatte le emissioni e assume giovani

L'azienda più importante del Paese è stata inserita per il tredicesimo anno consecutivo nei Dow Jones Sustainability Indices di S&P Global. Oltre 5.300 assunti con meno di 30 anni nel periodo 2019-2021

leonardo generico

Per il tredicesimo anno consecutivo  Leonardo, la più importante azienda partecipata dallo Stato italiano, è tra i gruppi leader nei Dow Jones Sustainability Indices di S&P Global e ottiene per il quarto anno consecutivo il punteggio più alto del settore aerospazio & difesa.

L’analisi condotta da S&P Global tiene conto delle performance economiche ed Esg (Environmental, Social & Governance) delle imprese, in un’ottica di miglioramento continuo e sulla base di informazioni in prevalenza pubbliche. «L’inclusione nei Dow Jones Sustainability Indices – commenta Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo – è il risultato, ancora una volta, dell’impegno di Leonardo nella sostenibilità, parte integrante del nostro piano industriale e alla base della crescita, della competitività, della redditività e dei rendimenti nel lungo periodo».

Leonardo ha ottenuto risultati significativi: per citarne alcuni, oggi oltre il 50% delle fonti di finanziamento è legato a parametri Esg, gli stessi inclusi nella politica di remunerazione, e recentemente il gruppo si è impegnato ufficialmente nell’iniziativa Science Based Targets (SBTi) rafforzando la strategia di decarbonizzazione. «Puntiamo a ottenere molto di più – prosegue Profumo – convinti che l’impegno sulle tematiche Esg sia fondamentale per cogliere le opportunità di business nel futuro, riducendo i rischi e incrementando la capacità di attrarre investitori».

«Siamo orgogliosi del riconoscimento ottenuto – sottolinea il presidente di Leonardo, Luciano Carta – del nostro impegno in materia di sostenibilità e del ruolo di primo piano che ricopriamo a livello globale. Un riconoscimento frutto di una governance solida che ci ha consentito di attraversare gli anni difficili della pandemia e che ora proietta la nostra azienda nel futuro, sempre più orientata al successo sostenibile e alla creazione di valore di lungo periodo per tutti i nostri stakeholder».

Leonardo ha inserito indicatori ESG, oggettivi e misurabili, anche nell’ambito della politica di remunerazione e nel secondo Bilancio Integrato. Al fine di allineare sempre più la strategia di finanziamento con gli obiettivi di sostenibilità, ha sottoscritto un contratto di finanziamento per 260 milioni di euro con la Banca Europea per gli Investimenti finalizzato a promuovere le attività di Ricerca, Sviluppo e Innovazione (RSI) nel campo dell’elicotteristica, della sicurezza e elettronica per la difesa e spazio, nonché le attività di ricerca svolte dai Leonardo Labs contribuendo allo stesso tempo alla lotta ai cambiamenti climatici. Questo finanziamento si aggiunge alla Revolving Credit Facility ESG-linked e al Term Loan ESG-linked sottoscritti nel 2021, che hanno reso il 50% del totale delle fonti di finanziamento legato a parametri Esg.

L’inclusione nei DJSI di S&P Global si aggiunge a quanto la Società ha ottenuto negli ultimi anni: il posizionamento nella fascia A del Defence Companies Index on Anti-Corruption and Corporate Transparency (DCI) elaborato da Transparency International, l’inclusione nel Gender Equality Index di Bloomberg, l’inserimento nella Climate A List 2020 e 2021 di CDP (ex Carbon Disclosure Project) per le misure contro il cambiamento climatico, nonché un migliore posizionamento nei principali rating ESG. Il focus sulle tematiche legate alla sostenibilità è uno dei driver del piano “Leonardo Be Tomorrow 2030”.

leonardo generico

ALCUNI DATI RELATIVI ALL’IMPEGNO DELL’AZIENDA 

PIANETA
Nel 2021: • -22% intensità delle emissioni di CO2e Scope 1 e 2 rispetto al 2019 • Circa 117.200 tonnellate di CO2e evitate grazie all’utilizzo di sistemi virtuali di training dal 2019 • Oltre 100.000 tonnellate di CO2e evitate nel 2021 grazie alla sostituzione parziale del gas SF6 • -6% intensità dei consumi energetici rispetto al 2019 • Circa 52.500 tonnellate di rifiuti recuperati dal 2019, con un’intensità di rifiuti prodotti ridotta del 24% • -2% intensità dei prelievi idrici rispetto al 2019

PERSONE
Circa 2.500 percorsi formativi attivati con il sistema educativo nel periodo 2019-2021 • Oltre 5.300 assunti con meno di 30 anni nel periodo 2019-2021 • Oltre 2.700 donne assunte nel periodo 2019-2021 • 54% dei nuovi assunti nel 2021 in possesso di un titolo di studio STEM • Circa 1,6 milioni di ore di formazione erogate nel 2021

PROSPERITÀ
Nel 2021: • 1,8 miliardi di euro spesi per ricerca e sviluppo, attività nelle quali sono impegnate 9.600 persone • 11 Leonardo Labs in 8 aree tecnologiche a supporto della ricerca di lungo periodo • Con 6,2 petaflop di potenza di calcolo, “davinci-1” è al 7° posto tra le aziende dell’Aerospazio e Difesa • Collaborazioni con oltre 90 Università e centri di ricerca nel mondo • 11.000 fornitori, tra cui molte PMI ad alta specializzazione, con l’81% degli acquisti effettuati nei quattro mercati domestici (Italia, Regno Unito, Stati Uniti e Polonia) • 5.000 network protetti dai servizi di cyber security in 130 paesi • Circa 1.300 elicotteri utilizzati in missioni di ricerca e soccorso, elisoccorso, operazioni antincendio e ordine pubblico • 61 emergency mapping attivate per il supporto agli interventi in caso di terremoti, alluvioni, incendi, crisi umanitarie in 30 Paesi

GOVERNANCE
Circa il 50% degli investimenti 2021-2023 a supporto degli SDG • In possesso delle principali certificazioni dei sistemi di gestione anticorruzione (ISO 37001), della qualità (AS/EN 9100), della continuità operativa (ISO 22301) e della sicurezza delle informazioni (ISO 27001), per i perimetri indicati nel Bilancio Integrato 2021 • 42% di donne nel Consiglio di Amministrazione • 40% di donne nel Collegio Sindacale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore