Varese News

I comitati dei pendolari nell’incontro a Saronno: serve riforma e miglioramento del servizio ferroviario

Si è tenuto martedì 24 gennaio all'auditorium Aldo Moro di Saronno l'incontro organizzato dai comitati dei viaggiatori del Trasporto Pubblico Locale per presentare le proprie richieste programmatiche alla prossima Giunta regionale

Generico 23 Jan 2023

Si è tenuto martedì 24 gennaio all’auditorium Aldo Moro di Saronno l’incontro organizzato dai comitati dei viaggiatori del Trasporto Pubblico Locale per presentare le proprie richieste programmatiche alla prossima Giunta regionale. L’evento, a cui hanno partecipato una sessantina di persone, è stato organizzato in collaborazione con Fiab Saronno Ciclocittà e Legambiente Saronno. Il dibattito è stato moderato da Sara Giudici, direttrice de Il Saronno.

Alla serata erano presenti diversi candidati al consiglio regionale della Lombardia per le elezioni del prossimo 12 e 13 febbraio. In apertura della serata di dibattito i saluti del sindaco della città Augusto Airoldi, presente in rappresentanza dell’amministrazione comunale insieme all’assessore alla Mobilità Franco Casali e all’assessore Ilaria Pagani (candidata alle regionali con il Pd). «Il fatto che a Saronno funzioni il trasporto ferroviario è un interesse non dell’amministrazione comunale in carica, ma di tutti i cittadini» ha sottolineato il primo cittadino, che ha poi auspicato che la stazione di Saronno non perda la centralità che ha oggi nei collegamenti con Milano, facendo riferimento alla possibile futura eliminazione del collegamento diretto tra Saronno e Milano centrale.

Tra le richieste alla prossima Giunta regionale una riforma del Trasporto Pubblico Locale, con ad esempio l’attivazione di un Sistema tariffario del bacino di mobilità in ogni bacino; un miglioramento del servizio ferroviario, rendendolo più competitivo e sostenibile e, ad esempio, migliorando la security a bordo del treno e in stazione. Inoltre il bisogno di dare valore agli investimenti, ad esempio proseguendo con gli ordini e con la messa in esercizio dei nuovi rotabili ferroviari nella disponibilità regionale, permettendo il trasporto di biciclette nei convogli inadeguati, proseguendo con il rinnovo del parco autobus per servizi TPL  e valutando soluzioni per trasporto biciclette e diversamente abili, anche sulle corse sostitutive/integrative del servizio ferroviario e infine proseguendo nell’eliminazione delle barriere architettoniche.

Presente alla serata anche Cristina Maranesi, pendolare lecchese che insieme a Raffaele Specchia ha avviato nel luglio 2022 una raccolta firme online per chiedere a Regione Lombardia «un cambio di rotta sulla gestione e supervisione del trasporto pubblico ferroviario regionale», riuscendo a raccogliere quasi 30 mila firme. «Abbiamo chiesto a Fontana di poter consegnare queste firme, ma non abbiamo ricevuto una risposta – ha dichiarato Cristina -. Trovo vergognoso che non abbiano voluto ricevere la consegna fisica delle firme di 30 mila viaggiatori che tutti i giorni sperimentano disagi frequenti». 

Tra le tanti criticità sottolineate nel corso della serata c’è la scarsità di treni da Milano tra le 23 e le 24, i ritardi e le corse soppresse, la presenza di nuovi treni meno capienti rispetto a quelli più vecchi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore