Nuove indicazioni 2023 per la mitigazione degli effetti del Covid nelle scuole

Regione Lombardia ha aggiornato le indicazioni ai fini della mitigazione degli effetti delle infezioni da Sars-CoV-2 nel sistema scolastico recependo una circolare del Ministero della salute

Primo giorno di scuola liceo Ferraris Varese

Didattica sempre in presenza e tempi più corti di autosorveglianza e isolamento che potrà terminare anche in meno di 5 giorni, ma solo in assenza di sintomi e con tampone negativo.
Lo prevedono le nuove indicazioni per “la mitigazione degli effetti delle infezioni da Sars-CoV-2 nel sistema educativo di istruzione e di formazione per l’anno scolastico 2022 –2023” previste dalla nota di Regione Lombardia 576 dell’11.01.2023 con cui il Pirellone ha recepito le indicazioni della Circolare del Ministero della Salute 51961 dello scorso 31 dicembre.
Di seguito le nuove regole

In caso di positività al Covid

Per i casi che sono sempre stati asintomatici e per coloro che non presentano comunque sintomi da almeno 2 giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni dal primo test positivo o dalla comparsa dei sintomi, a prescindere dall’effettuazione del test antigenico o molecolare.
L’isolamento potrà terminare anche prima dei 5 giorni in caso di test negativo (ottenuto con antigenico o molecolare effettuato presso struttura sanitaria o farmacia).

Per i casi in soggetti immunodepressi l’isolamento termina dopo un periodo minimo di 5 giorni, ma sempre necessariamente a seguito di un test antigenico o molecolare con risultato negativo. In ogni caso è obbligatorio, a termine dell’isolamento, l’uso di mascherine FFP2 fino al decimo giorno dall’inizio della sintomatologia o dal primo test positivo.

Contatti stretti e autosorveglianza

L’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte degli alunni che abbiano superato i sei anni di età per cinque giorni dall’ultimo contatto con il soggetto risultato positivo al COVID-19

In presenza del primo soggetto positivo i casi successivi al primo che risultassero positivi durante il periodo di autosorveglianza non determinano uno slittamento dei tempi della stessa, che prosegue fino al suo naturale completamento (5 giorni dall’ultimo giorno di frequenza del primo soggetto risultato positivo). Pertanto i casi successivi al primo che risultassero positivi durante il periodo di autosorveglianza NON devono essere segnalati dalla scuola.

Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi suggestivi di possibile infezione da Sars-Cov-2, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore