Varese News

Tutto esaurito per il tradizionale concerto di Capodanno a Somma Lombardo

Gran successo per la serata con il Coro e Orchestra dell’Accademia Amadeus, che ha appena festeggiato i 25 anni di attività

Somma Lombardo generiche

Cominciare il nuovo anno per ascoltare dal vivo le note del “Bel Danubio blu” di Johann Strauss o del “Va Pensiero” di Giuseppe Verdi comportava ieri una scelta tra uno dei due tradizionali concerti di Capodanno: il Musikverein di Vienna e il Teatro de La Fenice di Venezia.
Per il pubblico che ha invece gremito in ogni ordine di posti il Teatro San Luigi a Somma Lombardo tale esperienza è stata invece garantita dalla scelta del programma proposto dal Coro e Orchestra dell’Accademia Amadeus che hanno eseguito un “Capodanno tra Vienna e Venezia”, alternando celebri valzer di Strauss – da “Wiener Blut” a “Kaiser-Walzer” passando attraverso “Frühlingsstimmen” e “Rosen aus dem Süden” con altrettante arie e cori dell’opera italiana, da “La Vergine degli Angeli” al “Coro delle Zingarelle” passando attraverso “Vissi d’Arte” e “Je veux vivre”, ottimamente interpretati dal noto soprano Raffaella Lee insieme al Coro.

Teatro finalmente tutto esaurito dopo tre anni di lunga attesa come ha sottolineato con soddisfazione la Pro Loco sommese nelle parole di Paolo Grossoni che ha introdotto il concerto davanti ad pubblico in visibilio che ha chiesto ben tre bis: “Mercè dilette amiche”, l’irrinunciabile “Radetzky-Marsch” e l’inno d’Italia cantato tutti insieme alla fine del concerto. Entusiasta anche Donata Valenti, assessore alla Cultura del Comune di Somma Lombardo che ha salutato con soddisfazione la comunità di nuovo riunita citando le parole e l’augurio del discorso di fine anno del presidente Mattarella e ha elogiato i molti giovani dell’Orchestra dell’Accademia Amadeus presenti: «i giovani sono la vera ricchezza e il futuro del nostro paese».

Presente al concerto anche il parroco don Basilio Mascetti che – insieme agli auguri alla comunità – ha voluto porre l’accento sul «bisogno di solidarietà e attenzione verso chi è meno fortunato e sta soffrendo momenti di grave difficoltà, da non dimenticare anche nei momenti di festa».

Soddisfatto anche il maestro Marco Raimondi che ha diretto il concerto: «Amadeus ha festeggiato 25 anni di attività nei giorni scorsi e tornare a Somma Lombardo – una città in cui siamo presenti da oltre di vent’anni – dopo un momento così difficile e trovare un’accoglienza così calorosa – è un po’ come tornare a casa e ritrovare gli amici di sempre».

Il Concerto era inserito nella stagione “Itinerari Musicali” sostenuta da Fondazione Cariplo, Fondazione Comunitaria del Varesotto, Fondazione Comunitaria Ticino Olona oltre ad essere patrocinata da Fondazione del Varesotto per il Territorio, l’Ambiente e la Coesione Sociale, Fondazione Minoprio e dall’Ordine degli Architetti, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Varese. L’appuntamento è ora per l’atteso Concerto dell’Epifania il 5 gennaio 2023 alle ore 21 presso il Teatro Giuditta Pasta di Saronno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore