Varese News

Biblioteca Besnate, la cultura come luogo per la comunità

Sbaglia chi pensa che la biblioteca sia un luogo passivo dove gli iscritti entrano ed escono con i loro tomi da portare a casa, leggere, rileggere e riportare. È un luogo vivo e con tante attività diverse

Besnate generiche

La si trova all’interno di un edificio storico, un tempo il dormitorio di un’ex tessitura.  La Biblioteca Civica di Besnate convive con altri luoghi come la sala per gli Alpini, il museo etnografico e della civiltà contadina e lo sci club: tutti sono racchiusi nella “Casa delle culture” che si trova in via Mylius.

La biblioteca diretta da Mirella Bonetti non è, però, solo un luogo in cui prendere in prestito e riportare indietro i libri: grazie alle molteplici attività organizzate al suo interno «è uno spazio polifunzionale per la comunità, per non relegare la biblioteca solo ad un’attività di front e back office» spiega Andrea Bottazzi, volontario in servizio civile. «Questo è qualcosa su cui, qui a Besnate, si sta puntando e si vuole perpetrare nel futuro». Andrea, studente magistrale di Management e Design dei Servizi all’Università Bicocca, da qualche mese ha aderito al Servizio Civile presso la Biblioteca lavorando per un totale di trenta ore settimanali. È il primo che si scorge appena si entra in sala perché si occupa di back e front office, insieme alla gestione dei vari ordini librari in ingresso e in uscita e dei concorsi.

«La biblioteca è un vero e proprio spazio di inclusione. Lo scopo è prendere l’edificio e renderlo aperto a tutti, dandogli un’identità sempre diversa e non statica»: per renderlo possibile, oltre ai corsi di lingue legati a Varese Corsi e all’insegnamento dell’italiano rivolto agli stranieri, a gestione interna, nella biblioteca besnatese vengono organizzate diverse attività con lo scopo di coinvolgere perfino i lettori più piccoli. Nessuno è escluso dalla pratica della lettura e dalla volontà di coinvolgere bibliofili delle fasce d’età più disparate.

Tutti gli articoli di Biblioteche in tour, il viaggio di VareseNews nelle biblioteche della provincia

La lettura può, infatti, partire dall’età pre-scolare: “Nati per leggere” è un ciclo di letture animate rivolto ai bambini fino ai tre anni. Per i più grandicelli c’è “Concorso del super lettore”, organizzato all’interno delle biblioteche del sistema provinciale, è una gara a chi legge di più tra i bambini dai 6 agli 11 anni: entro il 15 maggio i piccoli lettori che frequentano la biblioteca dovranno leggere più libri possibili e presentare una semplice recensione. «Sono rimasto molto stupito sia dal successo della gara sia dall’entusiasmo dei bambini, che partecipano attivamente: sono dei lettori voraci, appassionati e competitivi», continua Andrea, «alcuni di loro hanno già superato i dieci libri letti». «In questo periodo abbiamo molti ragazzi di questa fascia d’età che vengono e, o rimangono in biblioteca a leggere, oppure nel giro di qualche giorno ritornano per prenderne altri tra i libri esposti», spiega lo studente.

Per i ragazzi delle medie, invece, è stata ideata una competizione diversa: “Bibliogame” è un gioco a squadre con una parte più precisa di domande che verranno fatte nel quiz del 6 maggio ai ragazzi delle seconde. La premiazione del super lettore si terrà il 21 maggio, mentre quella di “Bibliogame” il 14. «Non solo leggono, e molto, ma hanno un’idea ben precisa dei libri che corrispondono ai loro gusti. In più sono molto critici, sono consapevoli di quello che vorrebbero scoprire sfogliando le pagine dei libri», continua Andrea.

(riprese e montaggio video con l’aiuto di Edoardo Severgnini)

Non solo competizioni di lettura, ma anche “Besnate tra le righe”, ovvero il gruppo di lettura organizzato dalla Biblioteca Civica che si svolge durante l’orario di chiusura, per «tenerla in un certo senso viva». Viene scelto un libro al mese che sarà oggetto di discussione del gruppo: una volta che viene comunicato il titolo, i libri vengono prenotati; per l’attività del gruppo di lettura si cerca dunque di allacciarsi al sistema. Le attività sono quelle del gruppo di lettura classiche: commento e discussione di libri.

«Ciò che mi stupisce di più di questa realtà è che si stia evitando di fossilizzarsi su un’identità arretrata della biblioteca, ma si stia cercando di renderla uno spazio polifunzionale, anche grazie all’investimento nelle nuove tecnologie».

Iscritti totali: 1205
Utenti attivi nel 2018: 684
Nuovi iscritti nel 2018: 63
Prestiti in sede: 5188
Prestiti ad altre biblioteche: 2113

Orari:

Lunedì 15.00 – 18.00
Martedì 14.00 – 19.00
Mercoledì 14.00 – 19.00
Giovedì –
Venerdì 10.00 – 13.00
Sabato 9.30 – 12.30

di
Pubblicato il 29 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore