Varese News

I primi giorni da sindaco di Maurizio Colombo. “La gente vuole il cambiamento”

I primi incontri con i cittadini, le celebrazioni del 2 giugno, ma anche temi delicati come Accam: ecco l'agenda del nuovo sindaco. La giunta? "La annuncerò già prima del primo consiglio comunale"

Cardano al Campo generico

Sulla porta c’è ancora il nome del suo predecessore, Angelo Bellora. Ma nell’ufficio del sindaco di Cardano al Campo Maurizio Colombo è già al lavoro: «Non mi aspettavo di iniziare subito pronti-via» confessa.

E invece è stato lo stesso Bellora, lunedì sera, a portargli la fascia tricolore, per il passaggio di consegne. Nella mattina di oggi, mercoledì, Colombo è già a colloquio con i cittadini, sul tavolo ci sono comunicazioni e documenti dell’ente comunale. Perché alcune scadenze sono stringenti: ad esempio al 4 giugno c’è un passaggio su Accam, la società dell’inceneritore da anni in cattive acque e ora toccata anche dalla indagine “Mensa dei poveri”. «Devo confrontarmi anche con il mio predecessore, tanto più in questo momento che è delicato».

Sia chiaro: per fortuna non ci sono le grane, sul tavolo del sindaco. Ci sono anche occasioni piacevoli, legate alla comunità: «Domenica ci sono le celebrazioni del 2 giugno, ci sarà il concerto in auditorium, la consegna del “Giunto d’oro” (l’onorificenza cittadina, ndr) i cui nomi erano stati scelti dalla precedente amministrazione».

Colombo ha vinto con il 40%. Un risultato figlio non solo del “traino” della Lega, secondo il neosindaco: «Ho fatto bene a tenere fuori i politici dalla campagna elettorale, anche se qualcuno voleva venire qui: secondo me son stato premiato. È vero che abbiamo avuto meno preferenze per i consiglieri rispetto alla lista di Biganzoli, ma la gente si fida della mia faccia e vuole cambiamento, lo sento». Assicura che – a partire da Bellora – è aperto alla collaborazione: «Io non ce l’ho con nessuno, l’obbiettivo è far ripartire Cardano, non alimentare le divisioni politiche».

Ecco come sarà il nuovo consiglio comunale di Cardano al Campo

Dal punto di vista amministrativo, il consiglio comunale deve ancora insediarsi, il sindaco dovrà fare la convocazione entro dieci giorni dalla data delle elezioni (la convocazione, non la data del consiglio). Colombo dice che per quella data ci saranno già i nomi della giunta: «Presenterò i nominativi della giunta in otto-dieci giorni, anticipando rispetto al consiglio comunale. La squadra è pronta all’80%, c’è solo qualche nome da definire».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 29 Maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore