Le biblioteche, tra chi riparte e chi aspetta

Nell’Alto Milanese fanno parte del sistema bibliotecario Sud-Ovest Milano, ma le decisioni sulla riapertura sono autonome e variano da comune a comune

fase 2 canale villoresi naviglio grande

Nell’Alto Milanese fanno parte del sistema bibliotecario Sud-Ovest Milano, ma le decisioni sulla riapertura sono autonome e variano da comune a comune

È iniziata la fase 3, e le persone cercano di tornare alla vita normale, cercando di dimenticare isolamenti forzato e quarantena. Tra le varie attività che, a fatica, provano a ripartire, un capitolo a parte merita la cultura, tra i settori più colpiti dal coronavirus. Il dpcm firmato dal Presidente del Consiglio autorizza la riapertura dei musei e delle biblioteche, spesso il centro culturale dei paesi e delle città. Ma questo non ha impedito ai singoli comuni di decidere in autonomia. Vediamo come si sono mosse le amministrazioni nelle città dell’Alto Milanese.

Turbigo

La biblioteca di via Roma è aperta: gli orari sono da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13. L’amministrazione, con un’iniziativa dell’assessore alla cultura Marzia Artusi, ha deciso di promuovere la lettura tra i più giovani. I ragazzi nati dal 2001 al 2009 potranno prendere in prestito in biblioteca un libro di almeno 50 pagine, scrivere una recensione della lunghezza massima di una pagina formato A4 e inviarla all’indirizzo email protocollo@comune.turbigo.mi.it entro il 10 luglio. Una giuria composta da sindaco, dirigente scolastico e presidente della pro loco sceglierà le 100 recensioni migliori, ai cui autori sarà donato un buono da 20 euro da spendere nelle librerie del comune. 

Castano Primo

La biblioteca di piazza Mazzini ha deciso, di concerto con l’amministrazione comunale, di posticipare la riapertura a martedì 26 maggio. “Siamo impegnati per garantire alla cittadinanza la massima sicurezza possibile, e insieme il maggior livello di fruizione del servizio bibliotecario”, hanno dichiarato i gestori della biblioteca. Si riparte il 26 maggio dunque: “Appena possibile forniremo indicazioni sulle modalità di accesso al servizio”.

Magnago

In cittá si predilige la prudenza. La riapertura al pubblico è rinviata al 3 giugno. “Nei prossimi giorni – comunicano – daremo graduale avvio, in totale sicurezza, a tutte le attività necessarie a consentire il servizio prestiti. 

Vanzaghello 

Il servizio prestiti è stato riattivato martedì 19 maggio. La biblioteca ha pensato a un’iniziativa per stare vicino ai propri frequentatori: da martedì 19 parte la consegna di libri su tutto il territorio comunale. Chiunque è iscritto può chiamare – dalle 10 alle 18:30 – e ordinare un libro, che la biblioteca consegnerà a domicilio. Per la restituzione non si potrà entrare in sede, ma si potrà utilizzare l’apposito box installato all’ingresso. 

L’Alda Marini di Robecchetto con Induno 

La riapertura è prevista per lunedì 25 maggio. La biblioteca sta riorganizzando gli spazi al proprio interno per poter ripartire in totale sicurezza. 

L’Oriana Fallaci di Magenta

Il servizio attualmente è aperto solo per la restituzione dei libri. Giovedì 21 maggio la biblioteca riaprirà le porte.

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 19 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore