Edilizia sanitaria: in arrivo quasi 26 milioni per gli ospedali del territorio

Il progetto più importante è quello del Del Ponte di Varese che ha ottenuto 13,6 milioni di euro. Alla Valle Olona arriveranno oltre 5,8 milioni. Rinviati, invece alcuni interventi richiesti sia al presidio di Cittiglio sia per la terapia intensiva di Busto Arsizio

Ospedale del Ponte generiche

Trentaquattro milioni di euro. A tanto ammontano gli investimenti che la giunta lombarda ha deciso per il territorio di Varese nel settore sanità.

La parte più cospicua appartiene all’asst Sette Laghi con 19.899.133 euro di cui 13.600 per il completamento del Del Ponte, l’ospedale della donna e del bambino di Varese ( a cui si aggiungeranno 4 milioni per la dotazione tecnologica che arriveranno al completamento dell’opera). Gli altri serviranno per interventi al Causa Pia Luvini di Cittiglio ( oltre due milioni di euro). con priorità media 2.300.000 per impianti  raffrescamento e potenziamento cabina elettrica mentre al Circolo di Varese arriveranno due milioni di euro per l’adeguamento della normativa antincendio per la porzione ala sud del padiglione centrale (intervento viene definito “ ad alta priorità”).

Alla Valle Olona saranno assegnati 5.873.457 euro. Tra gli interventi: il potenziamento degli impianti aeraulici e gas medicinali del padiglione malattie infettive ex oncologia all’ospedale di Busto per una spesa di 1,3 milioni di euro ( intervento ad alta priorità) più 2,4 milioni di euro per la messa a norma della prevenzione incendi ( intervento di bassa priorità).

Sono invece stati rinviati i finanziamenti richiesti :
per il rifacimento del tetto e dell’intonaco nel nucleo antico dell’ospedale di Cittiglio ( spesa prevista 1,5 milioni di euro),
per il potenziamento della terapia intensiva del polo ospedaliero di Busto ( 2 milioni di euro) che era già stato annunciato ma per il quale è stato richiesto un supplemento di indagine istruttoria, così come ulteriori indicazioni sulla diagnosi energetica e certificazione attesa sono state richieste
per l’efficientamento energetico dell’involucro edilizio del padiglione di Medicine e Chirurgia dell’ospedale di Somma ( opera del valore di 1,5 milioni di euro).

Il Programma straordinario degli investimenti per ospedali e IRCCS pubblici prevede una spesa di 259 milioni di euro. 

RISORSE UTILIZZABILI DA SUBITO – “Le risorse sono riferite all’anno 2020 – spiega l‘assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera – e, di conseguenza, sono immediatamente utilizzabili in base ai progetti predisposti dai vari Enti proponenti. Di questi fondi, 208.746.000 euro sono destinati ad interventi strutturali, adeguamenti tecnici e impiantistici; 24.954.000 sono ripartiti invece quali fondi ‘indistinti’ per sostenere spese varie di manutenzione, quanto mai necessarie in molti reparti di antica costruzione, 25.300.000 finanzieranno la sostituzione di macchinari e apparecchiature ad uso quotidiano”. 

QUATTRO GRANDI PROGETTI – “Partiranno da subito, fra gli altri – prosegue l’assessore – 4 grandi progetti: la riqualificazione del Padiglione Rossini di Niguarda (20.300.000 euro nel 2020), il completamento dell’ospedale ‘Filippo Del Ponte’ di Varese (13.600.000 euro); 11.700.000 euro arrivano agli ‘Spedali Civili’ di Brescia per il nuovo Dea (dipartimento Emergenza-Urgenza), la nuova Dialisi, i nuovi sistemi di accoglienza Nord e di ricovero per adulti e bambini; 19.400.000 euro serviranno invece per la riunificazione della centrale operativa di AREU in un padiglione dell’ospedale Niguarda”. 

ATTENZIONE AGLI OSPEDALI DI COMUNITA’ – “Nel riparto delle risorse, viene riservata una particolare attenzione anche agli ospedali di comunità – sottolinea il titolare della delega al Welfare in Giunta regionale – che svolgono una funzione fondamentale al servizio dei cittadini. Fra i vari interventi, segnalo lo stanziamento di 2 milioni di euro per la ristrutturazione del reparto di malattie infettive dell’ospedale di Sondalo, un presidio che Regione Lombardia intende sostenere e rafforzare”. 

Anche le sedi delle Agenzie per la tutela della salute (Ats) saranno interessate dal piano degli investimenti e beneficeranno di uno stanziamento di 100 mila euro ciascuna per le opere di manutenzione. 

“Questo ulteriore aggiornamento del piano regionale degli investimenti in sanità – conclude l’assessore – si inserisce nella cornice di un percorso di modernizzazione delle nostre strutture ospedaliere e ambulatoriali, al fine di accompagnare al meglio il lavoro dei professionisti e garantire ai cittadini servizi adeguati, reparti efficienti e confortevoli”. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore