Cassa integrazione Covid, l’Inps ha pagato il 99,5% delle domande

Da inizio emergenza Covid, la Cig ordinaria, in deroga e fondi di solidarietà, ha coperto oltre 6,7 milioni di lavoratori

inps apertura cartelle pazze

Al 3 dicembre l’Inps ha pagato il 99,5% del totale delle domande di cassa integrazione Covid (SR41) pervenute, per un totale di 15.017.701 pagamenti effettuati a fronte di 15.098.773, rispettivamente corrispondenti a 3.521.701 lavoratori su 3.526.605 interessati. Si tratta delle prestazioni di cassa integrazione (Cig) erogate direttamente dall’Istituto nel periodo di emergenza Covid.

Si conferma dunque l’accelerazione sui pagamenti da parte dell’Inps. In 15 giorni, tra il 18 novembre e il 4 dicembre, sono state erogate direttamente 819.107 integrazioni salariali. Per quanto riguarda i trattamenti da pagare, sul totale delle domande pervenute, un residuo in giacenza pari allo 0,4% è relativo a domande recenti, giunte a partire da ottobre, ed è pari a 67.707 trattamenti, mentre l’ulteriore 0,1% in lavorazione si riferisce a richieste relative al periodo antecedente (fino al 30 settembre) che riguardano 13.365 domande di pagamento per 1.870 lavoratori, che risultano avere elevate criticità.

Da inizio emergenza Covid, la cassa integrazione (ordinaria, in deroga, fondi di solidarietà) ha coperto oltre 6,7 milioni di lavoratori, di cui circa 3,5 con pagamenti diretti e 3,2 a conguaglio su anticipo delle aziende per quasi 25 milioni di integrazioni mensili. Si rammenta infine che le prestazioni gestite dall’Inps non riguardano gli artigiani e i cosiddetti lavoratori “somministrati”, la cui platea potenziale è di circa 1,4-1,5 milioni di lavoratori in Italia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore