Varese News

Gallarate, parte la campagna vaccinale al Sant’Antonio Abate

Tre ambulatori per la somministrazione del vaccino anti-Covid, attivi da lunedì 4 gennaio: la campagna "a pieno regime" partirà da giovedì 7, con circa 110 somministrazioni al giorno

Vaccinazione anti-Covid a Gallarate

Nei tre padiglioni dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Gallarate in cui oggi, lunedì 4 gennaio, è iniziata la campagna del vaccino anti-Covi, si respira speranza, ottimismo e cautela.

Insieme agli ospedali di Busto Arsizio e Saronno, che rientrano sotto l’Asst Valle Olona, a partire da oggi verranno vaccinati il personale sanitario e tutti gli operatori dell’azienda ospedaliera.

«Oggi siamo partiti per iniziare la campagna vaccinale: nei primi due giorni faremo circa 60 vaccinazioni», spiega il dottor Saverio Ungheri, direttore medico del Sant’Antonio Abate,  «e da giovedì 7 gennaio potremo farne 110 al giorno: qui siamo attivi su tre ambulatori, anche a Busto ce ne sono 3, mentre a Saronno 1. Inizieremo prima con il nostro personale sanitario, poi con quello amministrativo. La campagna è rivolta a tutti gli operatori dell’Asst; poi sarà il turno degli operatori e degli ospiti delle Rsa; naturalmente la vaccinazione è su base volontaria, noi consigliamo a tutti di aderire».

I vaccini somministrati tra lunedì 4 e martedì 5 gennaio sono “simbolici”, mentre da giovedì 7 – con l’Epifania alle spalle – si partirà a pieno regime.

Via alla campagna vaccinale a Busto, Gallarate e Saronno

La procedura

La procedura per la prenotazione – continua a spiegare il dirigente – è disponibile online: «Dal portale il dipendente scarica il modulo per prenotare la vaccinazione. Noi invitiamo tutti a farlo». Dopo aver presentato la domanda, i volontari vengono chiamati e viene fissato l’appuntamento per somministrare il vaccino.

Il personale medico adibito alla vaccinazione è composto da 7 persone divise nei tre ambulatori, che spiegano di avere turni giornalieri. Dopo la somministrazione della prima dose del vaccino Pfizer-Biontech, viene subito fissato il secondo appuntamento per ricevere la seconda dose, in genere a 20 – 21 giorni di distanza dalla prima vaccinazione.

«Siamo emozionate, è il primo giorno e abbiamo un senso di grande responsabilità, soprattutto dopo che questa seconda ondata di Coronavirus si è dimostrata più dura della prima», spiega l’équipe medica.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 04 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore