Dal treno alla valle del Ticino: ora il Parco ha una sua “stazione porta”

Sarà posata anche una bacheca con gli itinerari a piedi e in bici. "A settembre con i Parchi e FNM organizzeremo una vera e propria festa di inaugurazione"

stazione Galliate Parco Ticino

«Ci sono voluti due anni ma ce l’abbiamo fatta. In questi giorni sono stati posati i cartelli con la nuova denominazione della stazione di Ponte Ticino che si chiama ora Galliate Parco del Ticino». Roberto Vellata è soddisfatto, dopo il raggiungimento di un piccolo obiettivo, simbolico e non solo: avere una stazione ferroviaria “porta” della valle del Ticino.

«Un grazie ai due parchi ed al Comune di Galliate che hanno sostenuto la proposta del Coordinamento Salviamo il Ticino ( Il Coordinamento è un’associazione di associazioni legate al fiume dalla Svizzera a Pavia ). Ed un grazie, soprattutto, a Regione Lombardia che lo scorso 24 dicembre ha deliberato il cambio del nome».

«La stazione Galliate Parco del Ticino è una vera e propria porta di ingresso all’area protetta Unesco: si trova a poche centinaia di metri dal fiume ed un comodo sentiero la collega alla pista ciclabile in sponda piemontese. La denominazione della nuova stazione verrà inserita nell’orario estivo di Trenord ed entrerà in funzione il 18 luglio quando riprenderà il traffico ferroviario tra Novara e Turbigo, dopo l’interruzione per i lavori al ponte. Fino a fine agosto fermeranno tutti i treni poi da settembre solo nei fine settimana».

«A settembre con i Parchi e FNM organizzeremo una vera e propria festa di inaugurazione, collocando presso la stazione una bacheca con tutti gli itinerari a piedi ed in bicicletta che partono da lì e notizie sull’area protetta. Chiederemo anche che gli itinerari vengano pubblica sul sito internet di Trenord nella pagina dedicata ale gite in treno a piedi e con la bici».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 14 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore