Sciopero dei trasporti, oggi si fermano gli autobus

Dopo l'alta adesione allo sciopero dei treni ieri, lunedì 31 maggio, oggi tocca alle linee di trasporto su gomma: ecco le modalità nelle città e nei collegamenti extraurbani

autobus varese

Dopo i treni nella giornata di lunedì (con alta adesione e moltissime soppressioni), lo sciopero nazionale dei trasporti tocca i servizi di autobus: una astensione di ventiquattro ore indetta dalle Sigle CGIL, CISL, UIL, FAISA CISAL, UGL Settore Trasporto Pubblico per oggi, 1° giugno 2021, che verrà attuata con orari diversi sui diversi territori.
Lo sciopero chiede anche una riforma del settore, che “non è più rinviabile” e che secondo i sindacati deve “spingere verso aggregazioni delle oltre 900 aziende”.

Sciopero del 1° giugno su Autolinee Varesine

Martedì 1° giugno 2021 sulle linee urbane di Varese città, non si assicura il regolare svolgimento del servizio in tre differenti momenti: dalle 5.00 alle 6.00, dalle 8.45 alle 12.15 e dalle 15.30 sino a fine giornate.

Sulle linee extraurbane, invece, l’agitazione interessa le fasce dalle 5.00 alle 6.00, dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 15.30 sino a fine giornata.

Lo sciopero autobus Stie

Martedì 1° giugno 2021.

PERSONALE VIAGGIANTE:
dall’inizio del servizio alle ore 5:30
dalle ore 8:30 alle ore 12:30
dalle 15:30 a fine servizio

PERSONALE VIAGGIANTE AREA SEREGNO:
dall’inizio del servizio alle ore 6:00
dalle ore 9:00 alle ore 12:00
dalle 16:00 a fine servizio

PERSONALE DI TERRA:
intera prestazione lavorativa del turno di servizio

Sciopero 1 giugno Amsc Gallarate

Martedì 1° giugno 2021.
PERSONALE VIAGGIANTE: dalle ore 8:15 alle ore 12:15 e dalle 15:40 a fine servizio

PERSONALE DI TERRA:
intera prestazione lavorativa del turno di servizio

Sciopero autobus 1 giugno: Atm Milano, Movibus e Airpullman

“L’agitazione del personale delle linee di superficie e metropolitane – si legge in una nota di Atm – è consentita dalle 8:45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio”. Metro, autobus e tram quindi circoleranno regolarmente da inizio servizio fino alle 8.45 e dalle 15 alle 18 – le due fasce di garanzia -, mentre nel resto della giornata i mezzi saranno a rischio.

L’agitazione del personale viaggiante delle linee Airpullman (560, 561 e 566) è prevista dalle ore 8:30 alle ore 13 e dalle ore 16:30 a fine servizio.

L’agitazione del personale viaggiante delle linee Movibus è prevista dalle ore 8:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:30 a fine servizio.

Sciopero autobus 1 giugno sui mezzi Vco Trasporti

Lo sciopero toccherà anche le linee di trasporto pubblico di Vco Trasporti: sono possibili cancellazioni di corse dalle 8.20 alle 11.50 e dalle 14.30 a fine servizio.
Le linee Vco Trasporti servono i collegamenti da Verbania verso costiera del Lago Maggiore, val Cannobina, Omegna, valle del Toce, Rovegro, oltre alle linee da Omegna verso le Quarne.

Le ragioni dello sciopero

“Autoferrotranvieri e internavigatori rivendicano legittimamente il diritto al rinnovo del contratto nazionale scaduto da oltre tre anni, chiedendo di sanare criticita’ come quelle dei titoli abilitativi, del basso salario e della salute e sicurezza sul lavoro” dicono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl Fna .

“Questa situazione dimostra che – concludono le sigle sindacali – non e’ piu’ rinviabile una riforma del settore, che favorisca le aggregazioni delle oltre 900 aziende esistenti per uno sviluppo del settore che elimini diseconomie, inefficienze, sprechi, oltre che una bassa qualità del servizio”.

“Governo, Regioni, Anci in rappresentanza dei Comuni e Upi delle Province hanno avviato la discussione sul trasporto pubblico locale in vista della riapertura delle scuole a settembre. Sicuramente e’ una scelta giusta e tempestiva in quanto la stiamo chiedendo da aprile 2020. Riteniamo pero’ che escludere i rappresentanti dei lavoratori dal confronto sia un errore. Governo, Regioni ed enti locali devono sapere che, nonostante alle aziende siano arrivati i previsti contributi pubblici economici, gli autoferrotranvieri aspettano il rinnovo del contratto, scaduto il 31 dicembre 2017. Tale situazione e’ inaccettabile oltre che ingiustificabile”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore