Laura Prati e le sue idee ricordate da una nuova via a Dormelletto

Nel paese vicino al Lago Maggiore svelato il cartello in ricordo della sindaca uccisa nel 2013. Cerimonia, non a caso, al 25 novembre

verbano

Da oggi Dormelletto ha una via dedicata a Laura Prati, la sindaca di Cardano al Campo uccisa nel 2013, divenuta simbolo di legalità e non solo.

Dopo sale consiliari e spazi culturali, ora è stata dedicata anche una strada pubblica, nel Comune piemontese. «Segno che, nonostante gli anni passino, il suo ricordo è ancora vivo» ha scritto il figlio, Massimo Poliseno.

La via, non a caso, è stata dedicata al 25 novembre, nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in una data nata (pochi lo ricordano) a memoria di vittime della violenza di genere che si accompagna alla violenza contro le idee.

A svelare la targa di via Laura Prati sono stati il marito Giuseppe Poliseno i figli e la sindaca di Dormelletto Lorena Vedovato. «Laura era una donna in gamba. Ha fatto molto per aiutare chi soffriva, soprattutto per chi è vittima di violenza». La sindaca aveva – tra l’altro – favorito l’insediamento a Cardano di un’associazione Auser per l’assistenza a donne in difficoltà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore