Varese News

Aggredisce una donna a calci e pugni, individuato dalla Polizia Locale di Gallarate

Il ventunenne aveva colpito la donna al termine di un massaggio e aveva cercato di rapinarla. La vittima l'ha anche riconosciuto in pronto soccorso

Generico 2018

Un uomo della provincia di Varese è stato denunciato dalla Polizia Locale di Gallarate alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio, ritenuto respansabile di una tentata estorsione ai danni di una
dipendente di un salone di bellezza .

I fatti risalgano alla fine di febbraio e vedano come protagonisti un ventunenne ed una trentacinquenne
di origine cinese, operatrice di un centro benessere. Il giovane cliente si era fatto fare un massaggio ma, al termine del trattamento, invece di pagare l’importo dovuto, ha iniziato a percuotere la donna. Non solo non pagandola, ma al contrario pretendendo che fosse lei a consegnarle del denaro.

La vittima, che al momento dell’aggressione era sola, era stata colta di sorpresa, scaraventata a
terra e colpita più volte con calci e pugni, che le hanno provocato ecchimosi ed escoriazioni sul volto e varie parti del corpo. Si era messa ad urlare ed a colpire a sua volta il ragazzo, che a quel punto si è dato alla fuga e ha perdere le proprie tracce.

Sul posto era a quel punto intervenuta una pattuglia del Reparto Operativo Interventi sul Territorio della Polizia Locale, che aveva raccolto elementi utili e l’inter testimonianza della 35enne cinese, che poi si era recata in ospedale. Proprio al Sant’Antonio Abate, mentre era in attesa di essere visitata in pronto soccorso, ha riconosciuto fra i presenti l’autore dell’aggressione. Seppur ferito e con il capo bendato, il ventunenne si è dato (per la seconda volta) a una precipitosa fugo.

Nei giorni successivi, grazie all’esame dei filmati, agli elementi raccolti presso il nosocomio ed alle
testimonianze della donna aggredita, gli investigatori della Polizia Locale sono riusciti alla fine a identificare il giovane, poi riconosciuto formalmente dalla vittima.

Le indagini condotte dal R.U.S. (Reparto Unità Specialistiche) consentivano di rintracciare l’autore del
delitto al quale, dopo aver sentito il Pubblico Ministero, venivano notificati gli atti di rito.
Il giovane, che ha precedenti penali per reati contro il patrimonio ed attualmente sottoposto all’obbliga di firma, è indagato per tentata estorsione aggravata.

«Un plauso particolare alla donna per il coraggio che è riuscita a dimostrare ribellandosi all’aggressore e dalla sua violenza, oltre che a riconoscerlo e denunciarlo prontamente presso il pronto soccorso» commenta l’assessore Francesca Caruso. «I complimenti per il lavoro di indagine vanno anche agli uomini del nuovo nucleo RUS della polizia locale di Gallarate che hanno saputo individuare e denunciare l’autore del reato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore