Da Milano Malpensa a Chicago, la windy city sulle sponde del lago Michigan

La città del vento, del blues, dell'arte e dei grattacieli. Ora è più vicina anche all'Italia, con la riapertura del volo diretto da Malpensa

Generica 2020

Dallo scorso sabato 7 maggio United Airlines ha inaugurato la rotta giornaliera Milano Malpensa – Chicago O’Hare. Destinazione poco mainstream rispetto a New York o San Francisco o LA, perfetta per i viaggiatori alla ricerca del vero American Way of Life.

Da sempre una delle città più famose degli Stati Uniti, Chicago rappresenta la nuova possibile meta per coloro che decidono di partire dall’hub di Milano Malpensa con destinazione Usa. Città dalle mille sfaccettature, Chicago consente a chi la visita di calarsi a pieno nell’ autentico stile di vita americano. Teatro di sanguinose faide mafiose durante il proibizionismo, la Chicago di oggi fa delle diversità il suo punto di forza: dividendosi tra scintillanti vie dello shopping, maestosi palazzi di centinaia di piani (una volta era conosciuta come la città dei grattacieli) e quartieri meno in che racchiudono però tante storie a stelle e strisce.

Sia che Chicago sia da sempre nella vostra bucket list o che siate semplicemente dei curiosi lettori, il nostro consiglio è quello di impiegare qualche minuto nella lettura della nostra guida alla scoperta delle bellezze della Windy City, città ricca di contraddizioni ma che entrerà prepotentemente nelle vostre destinazioni da sogno.

Due passi al Millenium Park

Prima di addentrarvi nella fitta giungla di grattacieli del Loop (il centro di Chicago), il nostro consiglio è quello di prendervi il giusto tempo per visitare il Millenium Park, fiore all’occhiello dell’architettura di Chicago. Situato tra Loop e il Lago Michigan, questo parco conserva numerose opere d’arte, tra cui il pezzo pregiato è senza dubbio The Bean (il fagiolo), preso letteralmente d’assalto dai turisti.

Malpensa Generiche

Eppure, non c’è nessun significato dietro questo enorme fagiolo, ma ciò che lo rende unico sono le pareti riflettenti nelle quali poter ammirare lo skyline di Chicago e scattarsi un simpatico selfie! Non lasciate il parco senza aver visitato il sorprendente Jay Pritzker Pavillon, padiglione della musica in cui ogni anno si tengono concerti jazz, blues ed indie; o la Crown Fountain che proietta le immagini dei cittadini di Chicago facendo uscire l’acqua da una piccola fessura e creando l’illusione che i visi sputino realmente l’acqua dalle loro bocche.

Seduti nel vuoto della Willis Tower a Chicago

Passiamo ora all’attrazioni più imponenti e famose di Chicago: i mitici grattacieli. La Willis Tower, un tempo l’edificio più alto degli Stati Uniti, offre la possibilità di raggiungere il 103° piano e ammirare l’intera città di Chicago da uno stupefacente skydeck. Dopo un rapido viaggio in ascensore (da 0 a 103 in meno di un minuto) potrai godere di una vista sull’intera area di Chicago e, nei giorni migliori, scorgere persino i confini dei tre Stati vicini all’Illinois: Indiana, Wisconsin e Michigan. Lo skydeck del 103° nasconde un segreto, quattro balconi trasparenti che sporgono all’esterno dell’edificio. Cosa significa questo? I più coraggiosi potranno sedersi in questo cubo trasparente e farsi scattare una foto in cui sembreranno letteralmente fluttuare nel vuoto.

Malpensa Generiche

Magnificent Mile: la città nella città

Spostiamoci lungo la via dello shopping di Chicago, l’imponente Magnificent Mile non può non far parte del vostro tour di Chicago. Attenzione però a non pensare alla classica meta per turisti, stiamo parlando di una vera propria città all’interno di Chicago. Qui troverete negozi per tutte le tasche, ristoranti, hotel, musei e sedi di importanti aziende.

Generica 2020

Potrete immergervi nella cultura statunitense tra i sapori dello street food e l’acquisto di felpe e cappellini in pieno stile americano. Non dimenticarti di alzare la testa, potrai ammirare la particolare architettura del Wrigley Building e se non siete ancora sazi di skyline mozzafiato ti consigliamo di aspettare il tramonto e salire sul John Hancock Observatory: qui potrai raggiungere il 94° piano e scattare splendide foto panoramiche.

Tuffo nella storia all’Art Institute of Chicago

Non conta essere appassionati d’arte o di musei, una visita in questo tempio dell’arte è una tappa obbligatoria per chiunque si rechi a Chicago. Stiamo parlando del secondo museo d’arte più grande degli Stati Uniti e al suo interno troverai opere di artisti del calibro di Picasso, Dalì, Monet, Cézanne, Renoir e Van Gogh.

La visita richiede diverse ore ma per coloro che hanno poco tempo è previsto un percorso più breve che vi consentirà di ammirare solo alcune delle opere d’arte più importanti.

Fuga sul set di un film

Se il tempo è dalla vostra parte, prendetevi un pomeriggio di svago e recatevi a Navy Pier, uno dei luoghi simbolo di Chicago. Si tratta di un lungo molo affacciato sul Lago Michigan che vi proietterà nella tipica atmosfera da telefilm americano. Sarete interamente circondati da giostre adrenaliniche, musei dedicati ai più piccoli e persino un piccolo teatro dedicato alle opere di Shakespeare. Al tramonto potrete godervi i fuochi pirotecnici durante un giro sull’iconica ruota panoramica, il posto ideale per scattare meravigliose foto dello skyline cittadino.

Malpensa Generiche

Il saluto alla capitale del blues

Quale modo migliore per lasciare Chicago se non quello di visitare i luoghi simbolo della nascita del genere Blues? È qui infatti che è nato il genere musicale che ha cambiato la storia della musica. Molti meriti si devono alla piccola casa discografica Chess Records, fondata nel 1947, che portò alla ribalta artisti come Muddy Waters, Etta James e Chuck Berry.

Generica 2020

La città di Chicago è piena di locali (photo credit) in cui passare una serata all’insegna del blues: dallo storico Buddy Guys’ Legend, passando per il Kingstone Mines o il Blue Chicago. Ovunque la sensazione è che i mitici Blues Brothers possano sbucare fuori da un momento all’altro.

di
Pubblicato il 17 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore