Monti propone un emendamento sulle sanzioni per le esenzioni ticket non dovute

Depositerà un emendamento per quei cittadini lombardi che hanno usufruito erroneamente di un’esenzione dal pagamento del ticket sanitario per prestazioni specialistiche o farmaceutiche

ticket sanitario

È stato presentato questa mattina al Pirellone il progetto di legge di assestamento al Bilancio regionale per la parte di competenza della III Commissione Sanità e Politiche Sociali.

«Depositerò un emendamento che possa attenuare le difficoltà che stanno vivendo diversi cittadini lombardi che hanno usufruito erroneamente di un’esenzione dal pagamento del ticket sanitario per prestazioni specialistiche o farmaceutiche. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di persone già provate dalla crisi economica generata da questa pandemia e questo intervento vuol permettere loro di pagare quanto dovuto ma senza il peso di una sanzione pesante». Così Emanuele Monti, Presidente leghista della Commissione Sanità e Politiche Sociali della Lombardia e relatore dei provvedimenti finanziari in materia di sanità, intervenendo nella seduta odierna.

La richiesta di un intervento in questo senso era stata sollecitata più volte anche dai gruppi di opposizione.

Sanzioni sulle esenzioni ticket, Astuti (Pd): “Basta con le promesse e stop ai verbali per i cittadini onesti”

«L’intervento che ho proposto – spiega Emanuele Monti – non riguarderà il pagamento di quanto dovuto dall’utente ma la sanzione amministrativa pecuniaria che in certi casi raddoppia l’importo totale dovuto e grava pesantemente sui fragili e sugli anziani. Coloro i quali decideranno di sanare spontaneamente la propria posizione dovranno pagare i ticket e gli interessi di legge ma non la sanzione. Vogliamo quindi andare ad attenuare la pressione sull’autonomia finanziaria di centinaia di famiglie lombarde ed è per questo che abbiamo lavorato al fianco delle associazioni sindacali per trovare una soluzione».

Aggiunge: «ATS Insubria ha attivato uno sportello in presenza per fornire un supporto informativo ai cittadini che hanno ricevuto il verbale di accertamento. Un modo per supportarli nelle procedure da affrontare».

«Questo intervento si rende possibile grazie alla virtuosità finanziaria di Regione Lombardia che anche quest’anno è messa nera su bianco nei propri bilanci» – conclude. I provvedimenti finanziari verranno votati in III Commissione Sanità e Politiche Sociali mercoledì 6 luglio mentre la discussione in Aula è prevista per il 26 e 27 luglio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore