Varese News

Biganzoli sul nuovo assessore di Cardano al Campo: “Che delusione”

La critica del gruppo Progetto Cardano sulla nuova nomina dell'assessorato all'Urbanistica e Lavori pubblici a Franco Colombo, residente a Somma e uomo di fiducia del sindaco.

Presentazione candidato sindaco di Cardano al campo Sergio Biganzoli

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Sergio Biganzoli, consigliere di Progetto Cardano:

Lo scorso 12 settembre con un decreto il sindaco ha nominato il Franco Colombo come sostituto dell’assessore Rosiello.
Innanzitutto nessuna comunicazione ufficiale ai capigruppo, lo si viene a sapere dalle pagine di Facebook, dimostrazione di scarsa attenzione alla comunicazione. Ma ormai non è più una sorpresa.

Siamo di fronte all’ennesima conferma: una amministrazione votata dai cardanesi, che al suo interno non riesce a trovare una persona della nostra città che possa avere il titolo di impegnarsi per il proprio territorio.

Mi domando come può una persona che risiede nel comune di Somma lombardo conoscere e agire su un territorio che nemmeno conosce, che non vive quotidianamente, e che non ha nemmeno un profilo tecnico.
Certo che passare da un livello come quello di Vito Rosiello, con lui si poteva anche avere idee diverse a livello politico, ma non di certo sul suo riconosciuto livello di competenza e conoscenza del territorio e dei sui particolari.

È un vero smacco per un partito come quello della Lega che basa molto dei sui principi il fatto di un impiego diretto sul territorio in cui vive portare avanti queste scelte. Quindi è una conferma che la lista dei candidati presentati era solo un elenco di nomi tanto per fare il numero necessario, ma che poi ci si doveva rivolgere a tutt’altre persone.

Una presa in giro per i cittadini di Cardano. Ma come si può dare fiducia ancora a questa amministrazione a guida Lega che poi non è nemmeno in grado di esprimere una persona con un profilo tecnico tra i cittadini del nostro comune?.
Guarda caso poi anche all’interno della stessa Lega qualcuno che vero è uscito dal gruppo, commenta in modo molto pesante questa scelta: “Ricorre all’amico di turno, all’usato sicuro”.

Questo ancora di più ha conferma di una amministrazione a guida leghista che non sa proprio amministrare e che non ha proprio a cuore il proprio territorio.
Se poi guardiamo a quanto fatto rispetto ai grandi propositi promessi, su cui i cittadini hanno votato, siamo di fronte a un non realizzato di dimensioni ciclopiche.

Si continua  a pubblicizzare che si mettono telecamere per garantire sicurezza, e poi non si è in grado di rispondere ai genitori che segnalano azioni di bullismo nelle scuole. Le necessità della nostra città sono ben altre, poca risposta a quello che i cittadini chiedono, degrado dei vari ambienti pubblici, spese doppie (prima si spende per distruggere e poi si spende per ricostruire) per ricostruire quello che si è distrutto: area feste; mancanza di programmazione negli interventi che comportano spese maggiori e attività dell’ultimo minuto vedi palestra scuole oggi
chiusa.
Quel poco che è stato fatto, le asfaltature, è solo grazie ai soldi che si sono ritrovati come avanzo di amministrazione della precedente amministrazione, altrimenti non avrebbero realizzato nemmeno quelle.
È una delusione che ormai è sulla bocca di tutti i cittadini. È visibile l’immobilismo, i ritardi e la non capacità decisionale che regna al palazzo. Cosa dobbiamo ancora aspettarci?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Settembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore