InTour di MuseoCity arriva al Maga

Per l'intera giornata di sabato l’ingresso al Museo sarà gratuito e nel pomeriggio si terrà la Masterclass L’arte, il colore, e la presentazione di due volumi

Generico 17 Oct 2022

Sabato 22 ottobre 2022, il Museo Maga partecipa a inTOUR. Design, artisti, made in Italy, l’iniziativa promossa da MuseoCity che prevede aperture straordinarie di luoghi del design, archivi d’artista e musei d’impresa del ricco patrimonio culturale lombardo. Per l’intera giornata di sabato l’ingresso al Museo gallaratese sarà gratuito.

Sarà l’occasione per ammirare le due mostre allestite al MA*GA, fino al 4 dicembre.
“I colori scappano sempre” propone il nuovo allestimento della collezione del MA*GA, rimodulato proprio seguendo la linea e il ritmo del colore, mettendo in luce alcuni episodi fondamentali della storia dell’arte italiana dal secondo Novecento a oggi attraverso due specifici approfondimenti: il primo è riservato al rapporto tra astrazione geometrica e progettazione, dal Movimento Arte Concreta al design di anni cinquanta e sessanta, con opere di Soldati, Prampolini, Munari e oggetti di design di Campi, Magistretti e Sottsass; il secondo si sofferma sulle possibili declinazioni dell’idea di colore come linguaggio, dagli aspetti più segnici a quelli di matrice concettuale caratteristici di movimenti come la Pittura Analitica, fino alle sperimentazioni più contemporanee di autori quali Griffa, Blank, Isgrò e Vitone.

“La forma del ritmo” è la personale dell’artista e designer Umberto Ciceri (1961). Il progetto espositivo si concentra sulla produzione astratto–analitica di Ciceri, che prende le mosse dal Manifesto Realista (1920) di Naum Gabo per approfondire le sperimentazioni cromatiche caratterizzate dall’uso sperimentale di superfici lenticolari.

Il pomeriggio di sabato 22 ottobre sarà ricco d’iniziative.
Dalle 15.00 alle 18.00 si terrà la Masterclass L’arte, il colore, un viaggio nell’universo creativo della Maison Missoni, a cura del Dipartimento Educativo del Museo MA*GA insieme a Luca Missoni, Direttore Artistico dell’Archivio Missoni. Dopo una visita guidata alla Sala Arazzi Ottavio Missoni, i partecipanti sperimenteranno la tessitura su piccoli telai da tavolo per esplorare il mondo della composizione cromatica in un luogo accogliente e affascinante dove sono allestiti disegni, arazzi e tessuti originali della Maison Missoni.
Prenotazione obbligatoria a intrecci@museomaga.it. Ingresso al Museo, gratuito; Masterclass: € 10 a partecipante.

Alle ore 18.00, la Sala Arazzi Ottavio Missoni ospiterà la presentazione del volume “Archivi del Contemporaneo” (Nomos Edizioni) che raccoglie il lavoro di ricerca dedicato agli studi e archivi d’artista che operano in un territorio compreso tra l’alto Milanese, i laghi e il confine svizzero.
Saggi di carattere metodologico, processi espositivi, documentazione fotografica e studi specialistici permettono a questo volume di restituire un’immagine sintetica ed efficace di un caso museologico emblematico, unico nel suo genere, la rete di istituzioni Archivi del Contemporaneo, coordinata dal Museo MA*GA di Gallarate, capace di valorizzare l’opera di molteplici artisti e delle loro istituzioni.

Sempre in Sala Arazzi Ottavio Missoni, alle ore 18.30, si presenterà il libro “L’archivio d’artista. Princìpi, regole e buone pratiche”, a cura di Alessandra Donati e Filippo Tibertelli de Pisis (Johan & Levi editore). Si tratta del primo manuale di riferimento per curatori di archivi d’artista. Nato in collaborazione con AitArt (Associazione Italiana Archivi d’Artista), il volume raccoglie i contributi di oltre trenta professionisti su materie umanistico-storiche, economico-giuridiche, tecnico-informatiche. Un vademecum imprescindibile, che offre linee guida e princìpi di “buone pratiche” per la salvaguardia dell’identità e dell’autenticità delle opere, soprattutto in relazione ai linguaggi del contemporaneo.

Museo MA*GA
T +39 0331 706011; info@museomaga.it; www.museomaga.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore