Varese News

Dalla corsa in rosa alla festa degli alberi: una domenica speciale a Samarate, grazie alle associazioni

Due eventi in città che hanno riscosso un enorme successo: la corsa benefica in ricordo di Sara Gemo, che ha registrato 1100 iscritti, e nei boschi l'iniziativa dell'associazione Amici della biblioteca, insieme alle scuole

corsa benefica sarà pink samarate in ricordo di sarà gemo

Una domenica speciale a Samarate quella di ieri, domenica 20 novembre, frutto dell’associazionismo vivace e sempre in movimento che caratterizza da sempre la cittadina.

Dalla corsa “Sarà pink” in ricordo della samaratese Sara Gemo (scomparsa per un tumore nell’estate 2021), con tanti momenti di aggregazione e di altre attività fisiche (come risveglio muscolare o yoga) alla festa degli alberi, c’era solo l’imbarazzo della scelta.

“Sarà pink”, la corsa in ricordo di Sara Gemo
La prima edizione di “Sarà pink”, la corsa organizzata dalla sorella di Sara, Sabrina Gemo, con il supporto dell’amministrazione comunale, di tante associazioni del territorio (Atletica Samverga, associazione Amici del Buonumore, associazione Amici in Vespa e numerosi commercianti) e di radio Lupo Solitario, è stata un vero successo. Con 1100 iscritti che hanno corso o camminato per le vie di Samarate fino ad arrivare al momento di festa conclusivo in villa Montevecchio, se si aggiungono le altre presenze collegate si arriva a 1500 persone coinvolte. Ora si pensa già all’edizione 2023.

L’evento, pensato e realizzato in un vero e proprio tour de force di poco più di un mese, ha visto in sinergia l’amministrazione e diverse associazioni del territorio lavorare fianco a fianco per la buona riuscita di Sarà pink: la Nuova atletica Samverga ha pensato al percorso di 5 chilometri e ha curato il momento di risveglio muscolare prima del via, i volontari dell’associazione Amici in Vespa si sono occupati del controllo della sicurezza e del tracciato durante la gara, gli Amici del Buonumore si sono occupati del punto ristori ai giardinetti di Verghera e Radio Lupo Solitario ha portato musica e allegria.

La festa degli alberi

Ma ieri, domenica 20 novembre, non era l’unico evento in città, perché l’associazione Amici della biblioteca di Samarate aveva organizzato la festa degli alberi, visto che lunedì 21 novembre “cade” la festa nazionale degli alberi.

Il corteo è partito dalle scuole elementari di San Macario per raggiungere i boschi (Campo 8 dell’anello di Samarate) e celebrare la Festa degli Alberi. Gli alunni, con genitori e nonni, si sono sporcati le mani per mettere a dimora tantissime piantine.

festa degli alberi 2022 samarate - amici della biblioteca samarate

Tutti hanno collaborato per l’ottima riuscita dell’iniziativa: chi facendo i buchi nel terreno, chi piantumando, chi bagnando le nuove piantine, chi apponendo le etichette con i nomi. Ogni bambino presente è stato protagonista di un gesto dolcissimo e di grande amore per il futuro.

«Grazie a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo evento – ha commentato Alfonso Pellizzaro, presidente dell’associazione – e’ una grande soddisfazione dopo un anno di lavoro. Ma non c’è tempo da perdere:pensiamo alla festa del prossimo anno che, se non ci saranno impedimenti, si svolgerà al Lazzaretto di Verghera, in via Di Vittorio, domenica 19 novembre 2023».

Inoltre oggi, lunedì 21 novembre, i volontari della associazione Amici della biblioteca di Samarate, celebreranno la festa degli alberi alla scuola Primaria Don Cozzi di San Macario, mettendo a dimora tre alberi nel cortile della scuola.

«Dopo la giornata di ieri nei boschi dove sono state messe a dimora oltre cento piantine ecco, un’altra occasione per ribadire quanto madre natura e tutto il creato siano un bene da preservare per la salute di tutti gli esseri viventi», ha concluso Pellizzaro.

La vivacità delle associazioni samaratesi

A fare la differenza in una città come Samarate, è risaputo, sono proprio le numerose associazioni che quando si uniscono e collaborano sono ancora più forti: da qui è partito il sondaggio di questa mattina lanciato sulla bacheca civica di Samarate (il corposo e vivace gruppo Facebook, gestito da Eliseo Sanfelice) in cui si chiede quale sia il valore aggiunto di Samarate, “dopo il sucessone della camminata organizzata dall’associazione Sara Gemo [per la precisione l’associazione deve essere costituita formalmente, ndr], più le altre: Amici della Biblioteca, Samarate Loves Books, Iris e Ortensie blu. La nostra villa Montevecchio protagonista anche ieri, i nostri boschi che sono tantissimi, le chiese e le piazze e – per finire – elicotteri e moto: qual è il valore aggiunto di Samarate?”.

Sembra che ci sia l’imbarazzo della scelta per i “punti” paesaggistici o architettonici, ma a vincere tra l’opinione pubblica sono proprio le associazioni, da sempre in prima linea per arricchire Samarate.

di
Pubblicato il 21 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore