Arrivano 125 milioni per sostenere il trasporto pubblico in Lombardia

Sono fondi del Ministero per compensare le perdite caudate dalla riduzione di traffico in pandemia. Ecco come verranno ripartiti tra Trenord, reti autobus e battelli

I sette nuovi autobus di Luino

35 milioni e mezzo per Trenord, ma anche 5 milioni per i bus dell’area pedemontana e ben 50 per l’area di Milano. In totale sono 125 i milioni di euro distribuiti dalla Regione per il sistema dei trasporti, messi in difficoltà (dal punto di vista finanziario) da crisi energetica e riduzione del traffico durante la pandemia.

Il provvedimento è stato approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, e prevede la ripartizione dei fondi ministeriali per la compensazione della ‘riduzione dei ricavi da tariffa’ a seguito dell’emergenza pandemica.

«Si tratta di risorse necessarie – evidenzia l’assessore Terzi – per ristorare le aziende del Tpl che hanno subito gravi perdite durante l’emergenza Covid. Le compensazioni dei mancati ricavi sono utili a garantire un equilibrio finanziario alle imprese del settore che erogano un servizio pubblico imprescindibile”.

Per Regione Lombardia le erogazioni avvengono direttamente a favore di Trenord per i servizi ferroviari e tramite le sei Agenzie del Tpl e l’Autorità di Bacino dei laghi d’Iseo, Endine e Moro per i servizi autofilometrotranviari e lacuali. La delibera regionale prevede l’attribuzione di 125.141.569 euro, sulla base del decreto interministeriale n.289/2022, e il riparto di 104.602.296 euro, ovvero il 90% della cifra complessiva che rappresenta la quota subito erogabile ai soggetti beneficiari. Mentre il restante 10% (pari a 20.539.272 euro) potrà essere riconosciuto solo a seguito della conclusione, da parte degli enti affidanti, delle verifiche di non sovracompensazione previste dalla normativa di settore.

Con questi 125 milioni, sale dunque a 205 milioni il totale delle risorse assegnate dallo Stato alla Lombardia a copertura dei mancati ricavi 2021.

Il riparto delle risorse

Di seguito il riparto delle risorse per mancati ricavi 2021 tra i soggetti beneficiari, di cui la delibera consentirà l’anticipazione (104,6 milioni di euro). I criteri di
riparto a favore dei singoli beneficiari sono stati stabiliti dal Ministero.
– Agenzia Tpl di Bergamo: 4.070.091 euro.
– Agenzia Tpl di Brescia: 5.799.213 euro.
– Agenzia Tpl Como-Lecco-Varese: 5.255.393 euro.
– Agenzia Tpl Città metropolitana di Milano-Monza-Lodi-Pavia:
51.261.773 euro.
– Agenzia Tpl di Cremona-Mantova: 2.024.696 euro.
– Agenzia Tpl di Sondrio: 321.244 euro.
– Servizio ferroviario Trenord: 35.618.175 euro.
– Autorità di Bacino lacuale dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro:
251.708 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore