Astuti attacca Fontana: “Tolse i vigilantes dai treni, perché oggi li rivuole?”

Il consigliere regionale PD ricorda come l'attuale presidente smantellò il progetto per la sicurezza sui convogli nel 2019. "La campagna elettorale fa dire tante cose"

Trenord

Il consigliere regionale varesino del Partito Democratico, Samuele Astuti, va all’attacco dell’attuale presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – varesino anch’egli – sul tema della sicurezza sui mezzi di trasporto. In particolare Astuti punge il numero uno di Palazzo Lombardia sulla presenza di vigilantes sui treni che corrono sulle rotaie della regione. (foto di repertorio)

«Oggi Fontana rivuole i vigilantes che lui stesso aveva tolto a inizio legislatura: la campagna elettorale fa dire proprio tante cose!». Astuti fa riferimento alla richiesta avanzata dal presidente al ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, per introdurre personale di sicurezza sui vagoni.

«Nel 2019, insieme all’allora assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, Fontana aveva deciso fare retromarcia, disinvestendo e facendo così fallire il progetto che prevedeva la presenza di guardie giurate sui convogli – spiega Astuti – Un progetto assai ambizioso, nato nella legislatura precedente e finanziato con risorse regionali, ma che, poco dopo il suo arrivo, aveva giudicato inattuabile. E proprio oggi, dopo tre anni, a fine legislatura, ci ripensa?».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore