Nel comune di Inveruno sarà attivo un nuovo sistema per il contrasto delle infrazioni semaforiche

Città Metropolitana Milano è in linea con l’obiettivo europeo 2030 “Zero vittime sulla strada”. Ciò grazie all’aumento dei dispositivi installati all’interno del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”, il piano pluriennale di azioni che mirano alla salvaguardia degli utenti della strada e dell’ambiente

Progetto Sicurezza Milano Metropolitana

Città Metropolitana Milano è in linea con l’obiettivo europeo 2030 “Zero vittime sulla strada”. Ciò grazie all’aumento dei dispositivi installati all’interno del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”, il piano pluriennale di azioni che mirano alla salvaguardia degli utenti della strada e dell’ambiente.

È infatti da poco concluso, l’intervento di installazione di un nuovo apparato IoT che concorrerà alla sicurezza stradale. Il “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana” è il primo progetto in Europa di Smart City e Smart Road gestito attraverso la piattaforma Cloud Titan e che ora integra la possibilità di notifica dei verbali in digitale tramite app IO.

Da venerdì 13 gennaio nel Comune di Inveruno sarà attivo un nuovo dispositivo per la rilevazione di infrazioni semaforiche sulla S.P. 34 per Turbigo intersezione con la S.P. 129 Inveruno-Villa Cortese e Via Varese. Con questa attivazione si intende contrastare una delle violazioni più frequenti in ambito stradale: il passaggio con il semaforo rosso, causa ricorrente di incidenti. Il sistema è infatti in grado di:

  • individuare ogni violazione;
  • di acquisire le immagini dalle telecamere integrate;
  • di accertare e documentare attraverso video le infrazioni in tempo reale, nel rispetto della privacy dei cittadini.

Quest’ultima installazione si aggiunge ad una serie di nuove attivazioni avvenute negli ultimi mesi del 2022, con l’obiettivo di garantire una maggiore sicurezza pedonale e la salvaguardia dell’ambiente.

Nello specifico, nel comune di Cisliano sulla S.P. 114 Baggio – Castelletto è stato installato e attivato un sistema di sicurezza per il controllo degli attraversamenti non semaforizzati.

Questo sistema in particolare è ideato per tutelare i pedoni in prossimità di attraversamenti potenzialmente critici o poco visibili, è basato su sensori, telecamere, sistemi di illuminazione e di presegnalazione che consentono di allertare gli automobilisti della presenza di un pedone in attraversamento.

Inoltre, sono stati installati 8 sistemi di monitoraggio del traffico veicolare, che rilevano costantemente il flusso della mobilità fornendo dati e informazioni utili sul flusso veicolare. Un’attenta valutazione del traffico consente la pianificazione mirata di interventi atti a rendere più sicura la circolazione stradale e, sul lungo periodo, migliorare la qualità dell’aria nei territori circostanti.

Ecco il dettaglio dei posizionamenti:

  • 2 sistemi sulla S.P. ex S.S 35 dei Giovi, nel Comune di Paderno Dugnano;
  • 1 sistema sulla S.P. ex S.S 35 dei Giovi, nel comune di Assago;
  • 2 sistemi sulla S.P. ex S.S. 412 della Val Tidone nel Comune di Opera;
  • 1 sistema sulla S.P. 109 Busto Garolfo-Lainate nel comune di Nerviano;
  • 2 sistemi sulla S.P. 12 Inveruno-Legnano nel comune di Legnano.

Tutti gli apparati IoT previsti all’interno del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana” dialogano con la piattaforma Cloud TITAN di Safety21 in dotazione alla Polizia Locale: un ecosistema innovativo e gestito da remoto che rende più efficiente, veloce e sostenibile il controllo del territorio provinciale, e più efficace il contrasto alle violazioni del Codice della Strada sia per l’Ente che per il cittadino.

Al fine di snellire e accelerare i processi di comunicazione a beneficio dei cittadini della Città Metropolitana, è stato recentemente introdotto il preavviso di infrazione tramite l’app IO. Come funziona? Questa modalità consente a chi a chi incorre in un’infrazione – ed è in possesso dell’App IO, strumento oggi utilizzato da oltre 32 milioni di cittadini – di averne immediata comunicazione sul proprio smartphone, pagando direttamente la sanzione tramite PagoPA con una diminuzione delle spese di accertamento e notifica e, se nei tempi, anche della sanzione in forma ridotta evitando così l’emissione del verbale. Un’innovazione che vede Città Metropolitana di Milano tra i primi enti ad aver adottato questa soluzione che vuole favorire ed agevolare lo scambio di comunicazione fra Cittadino e Pubblica Amministrazione, con un sostanziale risparmio per entrambi di tempi e costi.

Ulteriori informazioni sulle attività realizzate nell’ambito del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana” sono reperibili sul sito web dedicato: www.progettosicurezzamilanometropolitana.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Gennaio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore