Varese News

Il primo giorno da sindaco di Enrico Puricelli. Pronto il nuovo consiglio, si pensa alla giunta

L'ex sindaco Tarantino, eletto consigliere, conferma la sua scelta. Per la giunta Puricelli cerca continuità ed esperienza (ma ci sono gli equilibri tra le liste)

Enrico Puricelli Samarate

Com’è stato il primo giorno da sindaco di Enrico Puricelli? «Bello ed emozionante: sono entrato in comune e mi hanno chiamato ‘sindaco’, è una sensazione bellissima», dice il nuovo primo cittadino, che deve ancora aspettare qualche giorno per indossare ufficialmente la fascia tricolore (probabilmente a fine settimana).

Intanto il consiglio comunale è già pronto: i tre sfidanti – Alessandra Cariglino, Tiziano Zocchie Fortunato Costantino– si sono guadagnati il posto con a loro fianco tra le file dell’opposizione Rossella Ioriodi Progetto Democratico,Chiara Bosello e Paolo Bossi di “Samarate città viva”.

La Lega, invece, guadagna ben otto dei dieci seggi: Leonardo Tarantino(158 preferenze), Nicoletta Alampi (64), Laura Moi(47), Pierina Primerano(47), Linda Farinon(39), Stefano Bertagnoli(39), Maurizio Brambilla(39) e Claudio Amedeo Verga(52). L’unica altra lista di maggioranza ad essersi guadagnata i rimanenti due seggi è la civica “Enrico Puricelli per Samarate”: Anna Borlin(42) eDomenico Trimboli (75) i favoriti. Grandi esclusi Vitale Monti(64) e Maurizio Garofalo (38) per numero di voti: dovranno lasciare il posto di consiglieri che hanno occupato in questi anni.

Qualche idea sulla giunta? «Non abbiamo ancora deciso: l’unione è stata tutta sul programma elettorale, i posti sarebbero stati la conseguenza dei risultati. Ci saranno sicuramentedelle conferme e delle new entry», risponde Puricelli, che pensa di prendersi i lavori pubblici. E per il resto? Indiscrezioni parlano di un ritorno in giunta di Luciano Pozzi (forse delegato al Bilancio, come nel 2010 nella giunta Tarantino I ).

Poi si pensa alle donne in giunta, imposte dallla parità di genere da rispettare: incaricare le uscenti Laura Moi e Nicoletta Alampi sarebbe sintomo di continuità: Moi, infatti, nella scorsa amministrazione era assessore con deleghe ai Servizi al Cittadino e alla Persona, rapporti con il Cittadino e gestione edilizia residenziale pubblica; Alampi si occupava delle Politiche Sociali. La scelta potrebbe ricadere anche su Linda Farinon, precedentemente presidente del consiglio comunale.

Sicuramente invece l’ex sindaco Tarantino rimarrà consigliere “semplice”, come già ventilato nelle settimane passate.

La prima seduta del consiglio comunale probabilmente sarà a metà giugno (il termine ultimo è il 19 giugno, ndr) con giunta al completo.

di
Pubblicato il 29 Maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore