Varese News

Rifiuti in strada, sopralluogo al condominio di via XXIV Maggio a Lonate Pozzolo

Le rilevazioni delle fototrappole rivelano che sono spesso i cittadini lonatesi che scaricano in questa zona i loro rifiuti domestici

Polizia locale Lonate Pozzolo Ferno

Eseguito un sopralluogo dei tecnici comunali, del Sap e della polizia locale, al condominio di via XXIV Maggio a Lonate Pozzolo,  nella mattinata di mercoledì 25 agosto. Una “visita” richiesta dal sindaco e dalla giunta per verificare le condizioni dello stabile.

Il condominio, che rientra nell’accordo quadro delle aree delocalizzate, vive da tempo una situazione delicata e complessa: delle 25 unità abitative esistenti, 11 sono attualmente gestiti da Aler e rientreranno nella proprietà comunale a chiusura dell’accordo quadro con Regione Lombardia.

Questi appartamenti sono sigillati da tempo in modo da evitarne occupazioni abusive. I restanti appartamenti di proprietà privata vivono una condizione “mista”: in alcuni sono presenti residenti regolari e legittimi, in altri vi sono situazioni di occupazione abusiva, i cui proprietari sono irreperibili o non interessati a sporgere denuncia e quindi problematici da questo punto di vista, ma sono costantemente tenuti sotto controllo delle forze dell’ordine, svolgendo un efficace lavoro di prevenzione e di mediazione sociale. A

Uno dei problemi è il cumulo di spazzatura a bordo marciapiede, perché oltre agli occupanti regolari che conferiscono in modo corretto, ci sono anche inquilini non regolari che, per incuria o scarsa conoscenza delle regole, tendono a esporre i rifiuti in modo non conforme. Durante i sopralluoghi queste persone vengono informate e sensibilizzate con materiale informativo e tutte le indicazioni necessarie per una corretta raccolta differenziata.

Le autorità segnalano anche un altro fenomeno, legato ai rifiuti: è stato dimostrato, tramite le rilevazioni delle fototrappole, che sono spesso i cittadini lonatesi che, scaricando i loro rifiuti domestici, contribuiscono al degrado della massa di rifiuti in questo luogo.

Le contravvenzioni elevate nell’ultimo periodo, finoa 600 euro, riguardavano appunto cittadini che lasciavano impropriamente rifiuti a bordo strada sperando di camuffarli con quelli già presenti.   Durante il sopralluogo si è provveduto ad esaminare i rifiuti abbandonati per la possibile individuazione di responsabili e quindi l’operatore SAP ha provveduto a ripulire l’area.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore