Super-Bovisa, la stazione passa da otto a dodici binari

Dalla stazione transitano 800 treni al giorno, compresi quelli da Malpensa a Cadorna e Porta Garibaldi. Previsti anche interventi sulla viabilità

Generico 2018

Uno stanziamento di 90 milioni di euro per ammodernare e potenziare il nodo ferroviario di Milano Bovisa, su cui confluiscono tutte le linee delle FerrovieNord intorno a Milano. La delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, dà il via libera al progetto di fattibilità tecnico-economica.

L’intervento finanziato riguarda l’impianto ferroviario di Bovisa, il fabbricato viaggiatori, i collegamenti ferroviari con Milano Cadorna e Milano Porta Garibaldi e le aree circostanti la stazione, nel quartiere che negli ultimi vent’anni ha visto un rilancio rappresentato soprattutto dalla presenza del Politecnico.

Il progetto complessivo interessa circa 2,5 Km di linea e prevede la realizzazione di un nuovo ponte sulla rete Rfi-Fs in affiancamento all’esistente, la realizzazione di quattro nuovi binari e di ulteriori interventi tecnologici che consentono di aumentare la capacità della stazione. L’intervento prevede altresì l’adeguamento e la riqualificazione della viabilità locale (Via Mariani, Via Siccoli e rotatoria) nel tratto adiacente l’area di intervento, nonchè la realizzazione della nuova passerella ciclopedonale di via Lopez di scavalco della linea FN.

«Mettiamo in campo sforzi importanti per efficientare le infrastrutture ferroviarie che afferiscono alla controllata Ferrovienord» ha spiegato Terzi. «Sul nodo di Bovisa transitano 800 treni al giorno: saranno realizzati quattro nuovi binari, passando da otto a 12, determinando così ricadute positive su tutte le linee di Ferrovienord, oltre che sui flussi di traffico del passante ferroviario e dei treni diretti alle stazioni di Porta Garibaldi e Centrale, compresi i convogli per il collegamento a Malpensa. Più binari significa anche maggior margine di recupero sui ritardi. Si tratta di un investimento di grande respiro che porterà benefici alla qualità del servizio del ramo di Milano nel suo complesso. L’insieme degli interventi migliorerà anche comfort e sicurezza dei viaggiatori, contribuendo inoltre alla riqualificazione di aree adiacenti alla linea ferroviaria».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore