Varese News

Spari nel centro di Vienna, tre morti e quindici feriti gravi

Una sparatoria è avvenuta nei pressi di una sinagoga nella capitale austriaca. Vasta operazione della polizia che martedì mattina ha ufficializzato il numero delle vittime

sparatoria vienna 2 novembre 2020

Aggiornamento delle ore 7,30 di martedì

Il bilancio della sparatoria avvenuta lunedì sera nel centro di Vienna è di tre persone morte e di quindici feriti gravi: lo ha comunicato la polizia della capitale austriaca specificando che le vittime sono due uomini e una donna. Tra i feriti è compreso anche un agente della polizia stessa (in un primo momento si parlava di un morto tra le forze dell’ordine).

Un attentatore è rimasto ucciso nel corso della sparatoria che è ufficialmente considerata un attentato di matrice islamista. L’uomo era armato con un fucile da assalto e indossava una sorta di cintura esplosiva che però era falsa, secondo quanto spiegano gli investigatori. La Polizia ha individuato il suo appartamento e sta svolgendo indagini approfondite.

Sono in corso le ricerche per individuare eventuali complici dell’attentatore ucciso: lo stesso cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha parlato di diverse persone armate e in fuga e non esclude un movente antisemita. In una conferenza stampa di questa mattina, il ministro dell’Interno Karl Nehammer ha confermato a sua volta il numero dei morti e ha invitato la gente a restare in casa per via di almeno un altro terrorista ancora in libertà.

 

Aggiornamento delle 00,30 

Serata di paura a Vienna, dove ci sono stati spari, morti e feriti. Ancora da ricostruire ciò che è accaduto nella serata di lunedì 2 novembre nel centro della capitale austriaca, ma secondo le prime ricostruzioni ci sono state diverse sparatorie, alcune delle quali non lontano dalla sinagoga Seitenstettengasse. Non è al momento chiaro il movente alla base di questo atto terroristico.

 

La polizia di Vienna, via Twitter, al momento conferma che le sparatorie sono iniziate verso le ore 20 nella zona di Seitenstettengasse. Gli autori dell’attentato hanno usato armi con canne lunghe, probabilmente dei fucili. Sono sei le “scene del crimine”, ovvero i luoghi dove sono ci sono stati spari. Un decesso è stato confermato e anche diversi feriti gravi, tra i quali un agente della polizia; un attentatore è stato ucciso dalla polizia.

Negli ospedali viennesi sono arrivate per il momento 15 persone colpite dall’attentato, sette sono in gravi condizioni.

Gli agenti hanno recintato la zona e gli elicotteri stanno sorvolando la zona; è partita una vasta operazione delle forze dell’ordine per fermare gli attentatori. La polizia e le istituzioni invitano a non uscire di casa, le operazioni sono ancora in corso.

La reazione del cancelliere austriaco Sebastian Kurz, che ha annunciato che anche l’esercito si è unito alle azioni della polizia viennese, ha così commentato: «Stiamo attraversando tempi difficili nella nostra repubblica. Vorrei ringraziare tutti i servizi di emergenza che rischiano la vita per la nostra sicurezza, soprattutto oggi. La nostra polizia intraprenderà un’azione decisiva contro gli autori di questo orribile attacco terroristico».

Questo il messaggio sul sito ufficiale della polizia viennese:

Ci sono stati diversi scontri a fuoco nel centro di Vienna. La polizia è in servizio con tutte le forze disponibili. Evita tutti i luoghi pubblici e resta a casa.
Non distribuire video e foto dell’operazione di polizia, questo mette in pericolo sia i servizi di emergenza che la popolazione civile.
E ‘stata predisposta una piattaforma di upload di file immagine, audio e video dalla quale puoi utilizzare questa piattaforma (https://upload.bmi.gv.at) per inviare alla polizia le registrazioni degli eventi che ritieni utili.
IMPORTANTE: non correre il rischio di registrare alcun tipo di filmato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore