Il sindaco di Castano Primo sul Masterplan: “Il nostro territorio è più importante”

Pignatiello lamenta l'esclusione dei sindaci del Castanese dal tavolo in Regione sul Masterplan: "Noi restiamo in attesa di un incontro con Sea ed Enac, oltre che con la Regione"

Castano Primo

«E come al solito le informazioni ci arrivano attraverso i giornali»: inizia così Giuseppe Pignatiello, sindaco di Castano Primo, a commentare con amarezza e delusione la notizia di un primo passo verso l’espansione di Cargo city a Sud previsto dal Masterplan, con dei paletti posti dai nove Comuni del Cuv in accordo con Sea end Enac, dopo l’incontro in Regione di lunedì 4 aprile.

Se i sindaci del Cuv hanno partecipato al tavolo con il gestore aeroportuale, Parco del Ticino e Regione Lombardia (il Cuv comprende i Comuni della provincia di Varese Arsago Seprio, Cardano al Campo, Casorate Sempione, Ferno, Golasecca, Lonate Pozzolo, Samarate, Somma Lombardo e Vizzola Ticino) e hanno potuto interloquire sull’espansione del cargo a Sud, verso la brughiera di Lonate Pozzolo, così non è accaduto per i sindaci del Castanese.

“Rimaniamo in attesa”

«Noi restiamo in attesa di un incontro con Sea ed Enac, oltre che con la Regione», continua il primo cittadino. «Una modalità che non mi piace; non si può immaginare di risolvere questioni tanto complesso dividendo tra gruppi, sono questioni di difficile equilibrio da gestire tutti insieme anche a rischio di usare tanto tempo, perché il nostro territorio è più importante».

A fine marzo Pignatiello e i sindaci di Nosate, Robecchetto, Turbigo e Vanzaghello – che avevano già presentato congiuntamente le osservazioni al Masterplan 2035 (vedi qui–  sono stati ricevuti dall’assessore regionale Raffaele Cattaneo per esprimere dubbi e preoccupazioni riguardo all’espansione dell’aeroporto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore